Uccide il padre a coltellate, arrestato da polizia

Omicidio a Reggio Calabria è avvenuto al culmine di una lite. L’omicida ha riportato lievi ferite ad una mano

 

REGGIO CALABRIA – Un giovane di 28 anni, Simone Bova, ha ucciso con alcune coltellate il padre Domenico, di 59, al culmine di una lite. L’omicidio é accaduto oggi pomeriggio a Reggio Calabria, nell’abitazione di famiglia. Simone Bova, che risulta avere lievi precedenti di polizia, é stato arrestato subito dopo l’omicidio dal personale delle Volanti e della Squadra mobile della Questura. L’omicida, che ha anche riportato alcune ferite ad una mano, viene interrogato in queste ore dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Non sono noti, al momento, i motivi della lite alla base dell’omicidio.

É stato colpito con decine di coltellate Domenico Bova, il 59enne ucciso oggi pomeriggio a Reggio Calabria dal figlio Simone, di 28 anni, arrestato subito dopo dalla polizia di Stato. Padre e figlio, secondo quanto si é appreso, nel momento dell’omicidio erano soli in casa. Erano fuori, infatti, sia la moglie della vittima, che é un’impiegata del Tribunale di Reggio Calabria, che gli altri figli. L’omicida, nel corso di una lite che ha avuto col padre, é stato colto da un vero e proprio raptus. Il giovane ha preso un coltello da cucina e si é accanito contro il padre, colpendolo in varie parti del corpo. La casa in cui si é verificato l’omicidio é ubicata nei pressi del Cedir, dove hanno anche sede gli uffici della Procura della Repubblica. Sul posto si é recato il sostituto procuratore della Repubblica Alessandro Moffa. Simone Bova, a causa delle ferite che si é procurato ad una mano nell’accoltellare il padre, é stato portato nel Pronto soccorso degli “Ospedali riuniti”.