Violenze fisiche e psicologiche sugli alunni, maestre in ‘manette’

Le vittime sarebbero dei bambini che frequentano la prima elementare

 

ZUNGRI (VV) – Indagini della Procura di Vibo Valentia a tutela dei bambini di una scuola elementare. I carabinieri della Compagnia di Tropea stanno effettuando dall’alba un’ operazione finalizzata all’esecuzione di due obblighi di dimora nei comuni di residenza a carico di due maestre della scuola primaria di Zungri, nel Vibonese. Le indagini, condotte dai militari della Stazione di Zungri, hanno documentato i maltrattamenti posti in essere dalle due insegnanti nei confronti di alcuni alunni di prima elementare. Le due donne, una di 65 e l’altra di 51 anni, facevano secondo le indagini un “sistematico ricorso alla violenza fisica e psicologica nei confronti degli scolari”. Comportamenti “documentati minuziosamente” dai carabinieri. La violenza da parte delle due maestre, sempre secondo i militari, si concretizzava con urla, minacce, insulti e percosse ai danni dei bambini e si traduceva in un clima di generale intimidazione e soggezione che poneva in uno stato di sofferenza tutti i bambini. L’indagine è scaturita dalle dichiarazioni delle madri di alcuni studenti. Gli obblighi di dimora sono stati emessi dal Giudice per le indagini preliminari di Vibo Valentia su richiesta della Procura della Repubblica che ha concordato sulle evidenze investigative raccolte dai carabinieri. “I magistrati infatti – sottolineano i militari in una nota – hanno ritenuto il comportamento delle insegnanti non solo indifferente ai compiti educativi a loro demandati, ma anche avulso dai comuni principi di educazione e buon senso”.