ASCOLTA RLB LIVE
Search

Tocci, ‚Äúslevin128‚ÄĚ, Conte: le eccellenze cosentine dello sport nazionale

√ą un ottimo periodo per lo sport a Cosenza e dintorni.

 

Mentre i rossoblu sono impegnati nel campionato di Serie B e, da neo-promossi, si stanno giocando l’accesso ai playoff promozione, altri sportivi stanno facendo parlare di s√© a suon di risultati a livello nazionale e internazionale. Oggi andremo a conoscere tre di loro: Giovanni Tocci, l’uomo che ha riportato all’Italia una medaglia iridata maschile nei tuffi che mancava da tantissimo tempo, ‚Äúslevin128‚ÄĚ, pokerista fenomeno del Texas Hold’em online e Lucia Conte, attaccante della Roma Calcio Femminile.

Giovanni Tocci nasce a Cosenza nel 1994 e si forma atleticamente ad Arcavacata, frazione del comune di Rende. Fin dalla giovane età, sostenuto anche dalla famiglia di sportivi, si dedica ai tuffi, collezionando una serie di risultati invidiabile sia negli Europei che nelle Olimpiadi di categoria.

L’esordio tra i ‚Äúgrandi‚ÄĚ arriva nel 2012, anno in cui il cosentino si piazza nono nel trampolino da un metro agli Europei assoluti di Eindhoven. Prestazione che migliorer√† due anni dopo a Berlino, chiudendo il concorso individuale nella disciplina preferita al sesto posto.

Dopo la partecipazione ai Mondiali di Kazan 2015 nel trampolino da 3 metri sincro in coppia con Chiarabini (noni in finale), iniziano ad arrivare le medaglie ‚Äúpesanti‚ÄĚ. La prima in ordine cronologico √® l’argento agli Europei di Londra 2016. La seconda arriva appena un anno dopo: ai Campionati Mondiali di nuoto di Budapest 2017, dieci anni dopo Christopher Sacchin, Tocci riporta l’Italia dei tuffi sul podio iridato nel trampolino 1m con una serie di finale maiuscola.

 

Ultimo risultato di prestigio l’argento continentale di Glasgow 2018 ancora nel trampolino da 1 m e a pochi punti dal campione britannico Jack Laugher.

Restiamo in provincia di Cosenza, e pi√Ļ precisamente a Camigliatello Silano, per conoscere ‚Äúslevin128‚ÄĚ, professionista dei tornei online di poker sportivo. Ristoratore nella vita di tutti i giorni, il cosentino si avvicina alla disciplina nel 2008, anno in cui crea il suo account personale. Seguiranno un impegno costante e quotidiano (ogni giorno due ore vengono dedicate ai tornei) e una specializzazione in una delle varianti pi√Ļ complesse e appassionati del Texas Hold’em: gli Spin&Go.

Proprio in questa disciplina ‚Äúslevin128‚ÄĚ ha ottenuto a dicembre 2016 il suo miglior risultato: la vittoria in uno Spin&Go di PokerStars. Un successo che gli ha permesso di costruirsi il bankroll necessario per tentare anche la strada dei tornei live.

Tra i migliori risultati dal vivo vanno ricordate alcune partecipazioni a tappe IPT, il principale circuito nazionale, impreziosite da un secondo e un quinto posto assoluto in due side event. Il sogno nel cassetto? Quello di partecipare ai pi√Ļ importanti eventi EPT e, un giorno, alle WSOP di Las Vegas.

Una parabola, quella del cosentino, che ricorda molto da vicino il percorso di Ramon Colillas che ha vinto il PSPC 2019, uno dei tornei pi√Ļ importanti a livello globale. Partito dagli Spin&Go di PokerStars, lo spagnolo ha prima dominato a livello nazionale nel CEP (omologo iberico dell’IPT) per poi conquistare a gennaio di quest’anno uno degli appuntamenti pi√Ļ ambiti dai pokeristi di tutto il mondo.

√ą nata invece a Cosenza l’11 gennaio del 1993¬†Lucia Conte, speranza del calcio femminile azzurro. Figlia di un ex giocatore di rugby professionista, Lucia si appassiona al calcio fin dalla giovane et√†. La sua carriera inizia nell’Argentanese, societ√† di Serie B con cui esordisce mettendo a segno la bellezza di 9 reti in 20 partite. Niente male per una ragazza alla prima esperienza tra i professionisti.

Convinti dal suo talento, i dirigenti della Polisportiva Real Cosenza la ingaggiano con un contratto per tre stagioni. Saranno anni ricchi di soddisfazioni per Conte che con la maglia della sua città giocherà due campionati in Serie B e uno, quello 2011/2012, in A2.

Nel calciomercato estivo 2012 Lucia passa alla Pink Sport Time di Bari, ancora in A2. Con la casacca rosabl√Ļ continuer√† quel processo di crescita che la render√† un ingranaggio fondamentale della squadra che otterr√† una storica promozione in Serie A al termine del campionato 2014-2015.

Confermata in squadra anche nella massima serie, Conte gioca altre due stagioni in Puglia, guadagnandosi la maglia da titolare grazie alle invenzioni offensive e alla grandissima capacità di servire assist alle compagne di reparto.

Una capacità e un talento che la cosentina, una volta terminati gli studi universitari, continua a mettere in mostra con la sua attuale squadra: la Roma CF.