ASCOLTA RLB LIVE
Search

Anche dalla Calabria al ‘rave party’ nel potentino, 107 denunce

Il rave organizzato nei dintorni di Lavello fece registrare numerosi danni. Parteciparono centinaia di persone, provenienti persino dalla Francia

 

LAVELLO (PZ) – Sono 107 le persone di età compresa tra i 22 e i 42 anni denunciate dai Carabinieri con le accuse di concorso in invasione di terreni ed edifici, danneggiamento, deturpamento e imbrattamento di cose altrui. Le denunce sono scattate a conclusione di meticolose indagini su un rave party che si è svolto nei dintorni di Lavello (Pz) la sera dell’8 dicembre scorso.

Il raduno, non autorizzato, andò avanti fino alla mattina del giorno seguente e si svolse in un capannone industriale in disuso e sul terreno adiacente, entrambi di proprietà privata. A seguito del rave, nel capannone vennero rinvenute scritte e graffiti, e l’area circostante danneggiata e piena di bottiglie e oggetti di vario genere. I Carabinieri hanno accertato che al rave party parteciparono persone provenienti, oltre che dalla Basilicata, da Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Puglia e anche dalla Francia. All’identificazione dei partecipanti si è arrivati anche con indagini svolte dai Carabinieri dei loro luoghi di provenienza.