Autisti 118, il Tar annulla il concorso: si ritorna alle graduatorie

La guerra ancora non è vinta ma le tante battaglie combattute dagli idonei aprono un precedente nella storia dei concorsi che “scavallano” le graduatorie aperte

CATANZARO – «Tuona, nelle aule del Tribunale Amministrativo Regionale di Catanzaro, la sentenza dei giudici che annullano il concorso per il profilo di autista del 118 indetto dall’Asp di Vibo Valentia». A dichiaralo il portavoce “Graduatoria 118” Francesco Spadafora.
«Un encomio e il ringraziamento da parte di tutta la graduatoria va all’operato dell’avvocato Pitaro che ha strutturato un ricorso impeccabile e insindacabile. Esultano tutti gli idonei in graduatoria perché con oggi si crea un precedente importantissimo e viene scritta una nuova pagina di storia dove la giustizia finalmente trionfa donando a chi merita la giusta dignità. Il prossimo passo sarà quello di diffidare immediatamente tutte le restanti Asp ed invitarle ad attingere immediatamente dalla graduatoria, poi in settimana incontreremo il Generale Cotticelli, Commissario alla Sanità calabrese, e in contemporanea il procuratore Gratteri, ai quali verranno consegnati due faldoni di documenti nei quali si evincono alcuni atteggiamenti poco chiari di alcune Asp. Siamo certi che saranno attenzionati in modo scrupoloso ed attento.

PER APPROFONDIRE CLICCA QUI