Presunto caso di malasanità, paziente muore dopo il trasferimento in ospedale

Nella struttura ospedaliera è stata disposta una visita ispettiva da parte del Dipartimento Tutela della Salute della Regione

 

CATANZARO – Era stato trasferito da una struttura privata in ospedale, ma deceduto. Un paziente ricoverato e operato in una struttura sanitaria privata di Catanzaro è deceduto dopo essere stato trasferito, a seguito di complicazioni insorte, nell’ospedale Pugliese Ciaccio. Il sospetto caso di malasanità è legato alla vicenda di un sessantenne, M.L., tecnico di radiologia all’Ospedale “Pugliese”, che era stato operato all’anca in una struttura privata di Catanzaro. Poi è stato portato nel reparto di rianimazione del nosocomio di Catanzaro dove è deceduto, pare per le complicazioni di uno shock settico.

Il calvario del sessantenne sarebbe iniziato il 24 gennaio a seguito dell’intervento programmato di protesi all’anca a seguito del quale sono iniziate le complicazioni, culminate poi il 28 gennaio con il trasferimento d’urgenza all’ospedale Pugliese dove pochi giorni dopo, il 3 febbraio scorso, è deceduto. Allo scopo di chiarire tutti gli aspetti della vicenda il Dipartimento tutela della salute della Regione Calabria ha attivato l’equipe regionale che si occuperà di acquisire tutti gli elementi utili relativi a quanto accaduto. “La visita ispettiva – è detto in un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale calabrese – è prevista per domani, 8 febbraio, e dovrà servire a chiarire tutti gli aspetti della vicenda”.