Maltempo in Calabria, soccorsa ragazza all’interno del parco botanico

Una famiglia è stata evacuata per un fiume in piena, numerosi alberi caduti a causa del vento

 

CATANZARO – Acquazzoni e raffiche di vento hanno provocato la caduta di diversi alberi sulla fascia ionica calabrese. Al momento non si segnalano particolari disagi dal Crotonese al Reggino, dove per oggi è prevista l’allerta rossa della Protezione civile, mentre sul versante i rischi pare sia minori. In numerosi Comuni i sindaci hanno disposto la chiusura delle scuole tra i quali Catanzaro, Reggio, Crotone e Lamezia Terme. A Melito Porto Salvo una famiglia è stata fatta evacuare a scopo precauzionale perché la loro abitazione si trova a ridosso del torrente Tuccio, le cui acque sono ingrossate dalla pioggia e la piena potrebbe minacciare l’incolumità dei residenti. Nelle Prefetture di Catanzaro e Reggio sono stati istituiti i Centri coordinamento soccorsi per monitorare l’evolversi della situazione. In nottata, i vigili del fuoco di Catanzaro hanno soccorso una 25enne che nel tardo pomeriggio di ieri si era inoltrata con la propria auto, una Lancia Y, nel parco botanico Li Comuni nel quartiere Siano.

 

 

La ragazza a causa del sopraggiungere della notte e per le avverse condizioni meteo aveva perso l’orientamento e non riusciva più a trovare la via del ritorno. Il forte vento che sin dalla serata di ieri ha invece interessato il vibonese ha provocato la caduta di diversi alberi. All’ingresso di Fabrizia, un tronco ha colpito un’automobile. Il conducente, fortunatamente, è rimasto illeso. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco nella provincia dove oggi è prevista un’allerta arancione della Protezione civile. A causa dell’allerta, le scuole sono rimaste chiuse, con ordinanza sindacale, in dieci comuni: Filadelfia, Francavilla Angitola, Polia, Vallelonga, Simbario, Serra San Bruno, Mongiana, Fabrizia, Nardodipace e San Gregorio d’Ippona.

 

In foto il parco botanico Li Comuni