ASCOLTA RLB LIVE
Search

Mileto, minaccia di lanciarsi nel vuoto: salvato da un carabiniere

Un giovane di trent’anni con disturbi psichici, si è arrampicato sul tetto di una abitazione minacciando di lanciarsi nel vuoto

 

MILETO (VV) – Momenti di panico nel pomeriggio a Paravati, frazione di Mileto, nel Vibonese, dove un trentenne del luogo con disturbi psichici è stato salvato dai carabinieri dopo una lunga trattativa condotta in prima persona dal tenente colonnello del Reparto Operativo dei carabinieri di Vibo Valentia, Luca Romano. Il giovane si è arrampicato sul tetto di un’abitazione minacciando di lanciarsi nel vuoto da un’altezza di dieci metri se sul posto si fossero recati i vigili del fuoco che sono stati infatti bloccati da un collega lungo la strada.

Dopo la minaccia di gettare in strada contro i passanti le tegole del tetto, a riuscire a convincere il giovane ad interrompere la “protesta” – di cui al momento non si conoscono i motivi – è stato il colonnello dei carabinieri, Luca Romano, il quale arrampicandosi attraverso una botola è riuscito a raggiungere il tetto mediando con il 30enne che, alla fine, si è convinto a scendere ed a ritornare a casa fra gli applausi dei tanti presenti che si erano radunati nel frattempo in strada temendo il peggio.