Tromba d’aria a Crotone, si chiede lo stato di calamità (VIDEO)

Il maltempo ha danneggiato il depuratore industriale che attualmente è fuori uso e necessita di interventi urgenti  

 

CATANZARO – La Giunta regionale della Calabria, presieduta da Mario Oliverio, ha approvato la delibera con cui chiede al Governo di dichiarare lo stato di calamità naturale per la tromba d’aria abbattutasi ieri su Crotone e Cutro e su alcuni centri al confine tra le province di Crotone e Catanzaro. L’esecutivo, su proposta del presidente Oliverio, che ha effettuato oggi sopralluoghi nelle aree maggiormente devastate dalla tromba d’aria, ha approvato anche l’assunzione di provvedimenti a sostegno delle imprese, finalizzati, in particolare, al ripristino delle strutture e delle infrastrutture danneggiate, prevedendo interventi di sostegno al credito attraverso le necessarie forme di garanzia. Il presidente Oliverio, assieme all’assessore all’Ambiente Antonella Rizzo, a conclusione della riunione di Giunta, ha partecipato inoltre, in videoconferenza, ad una riunione operativa con i rappresentanti del Ministero dell’Ambiente per valutare e assumere iniziative idonee in relazione all’interruzione dell’attività del depuratore industriale di Crotone. “É necessario assumere tutte le iniziative – ha detto Oliverio, in collegamento con il tavolo nazionale presieduto dal Capo della Protezione civile, Angelo Borrelli – per garantire la lavorazione delle acque reflue, nel rispetto assoluto dell’ambiente. É stato deciso un piano per garantire lo smaltimento in attesa che sia ripristinato il depuratore”.

 

 

Nel corso della stessa riunione della Giunta regionale, svoltasi con l’assistenza del Segretario generale Ennio Apicella, sono stati rimodulati, su proposta della Presidenza, i piani finanziari Asse 2 sviluppo dell’Ict e attuazione dell’Agenda Digitale, Asse 3 Competitività e Attrattività del Sistema Produttivo, Asse 8 Promozione dell’Occupazione sostenibile e di qualità, Asse 10 Inclusione Sociale e Asse 13 Capacità Istituzionale. Sempre su proposta della Presidenza, è stata deliberata la presa d’atto riguardo la Strategia nazionale Aree Interne (Snai) dell’Area Reventino e del Savuto. La Giunta ha anche nominato Giovanni Soda dirigente del Nucleo regionale di valutazione e verifica degli investimenti pubblici (Nrvvip), l’unità tecnica che supporta l’amministrazione regionale nella programmazione, valutazione e monitoraggio delle proprie politiche. Su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico, la Giunta ha approvato le date, in conformità a quelle nazionali, delle vendite commerciali di fine stagione, ovvero i saldi per l’anno 2019 e l’approvazione di modifiche all’accordo di finanziamento Fincalabra del fondo regionale di ingegneria finanziaria (Frif) e del fondo regionale occupazione e inclusione (Foi). Su proposta dell’assessorato al Welfare e Lavoro è stato approvato il Piano straordinario integrato di interventi a supporto delle iniziative legislative in atto per il contrasto e il superamento di tutte le forme di grave sfruttamento lavorativo e di grave marginalità. Su proposta, infine, dell’assessorato al Bilancio sono state approvate una serie di variazioni di bilancio.