ASCOLTA RLB LIVE
Search

Scuole: mancano insegnanti. Emergenza sostegno in tutta Italia

A quasi 3 mesi dall’inizio della scuola, la situazione non sembra essersi ancora stabilizzata.

 

Molti sono gli istituti che lamentano una carenza di insegnanti nei proprio corpi docenti; i dati infatti, hanno registrato che, molto più a nord che a sud, ci sono ancora cattedre scoperte per gli insegnamenti scientifici e per le lingue straniere. La situazione del sostegno invece è ai minimi termini: gli insegnanti di sostegno sono ricercati in tutta la Penisola.

A quanto pare le Graduatorie di Istituto e le Graduatorie ad Esaurimento non sono state sufficienti a coprire la richiesta di insegnanti delle scuole e i Dirigenti d’istituto per garantire il proseguimento delle lezioni, hanno iniziato a chiamare supplenti tramite le domande di Messa a Disposizione.

La Messa a Disposizione, abbreviata in MAD, è un’ autocandidatura riconosciuta dal MIUR, per mezzo della quale, chi aspira a lavorare nel mondo della scuola può farsi conoscere dai Dirigenti Scolastici e ottenere un posto come supplente curricolare per le proprie classi di concorso o sul sostegno.

Può inviare la Messa a Disposizione chi è in possesso di un titolo valido per l’insegnamento (Laurea o Diploma) come docenti non ancora in possesso dell’abilitazione, neolaureati, e insegnanti già in graduatoria di I o II fascia che desiderino coprire incarichi fuori dalla provincia di iscrizione. Si può quindi scegliere se inviare una MAD classica per andare a occupare un posto comune e/o una MAD sostegno. Si può candidare come insegnante di sostegno anche chi non ha la specializzazione, infatti, essendo gli insegnanti specializzati molto pochi rispetto alla richiesta, i presidi degli istituti, piuttosto che avere una cattedra scoperta, tenderanno a chiamare anche chi non è in possesso di abilitazione al sostegno.

Inviare una Messa a Disposizione non ha vincoli né di provincia, né temporali. È sempre possibile presentare la propria MAD, poiché le scuole potrebbero aver bisogno di assegnare una cattedra non solo a inizio anno, ma anche mentre l’anno scolastico è in corso; può sempre capitare che un insegnante vada in malattia, richieda un congedo oppure lasci la cattedra per un imprevisto.

Inviare la propria MAD non è affatto un’impresa titanica, come può sembrare; Doocenti.it rende le cose davvero veloci e semplici. Grazie alla sua piattaforma sempre ampliata e aggiornata, Doocenti.it ti permette di compilare la Messa a Disposizione in maniera professionale e di inviarla alle oltre 50.000 scuole italiane di ogni grado.

Il servizio di compilazione e invio della MAD gode della garanzia soddisfatti o rimborsati: se non sarai soddisfatto della qualità offerta, potrai ottenere il riborso totale della somma spesa.

Clicca qui e invia la tua Domanda di Messa a Disposizione.

Per info e chiarimenti è sempre attivo il nostro centralino al numero 0240031013

Non perdere l’occasione di professionalizzare il tuo profilo di insegnante e ottenere punti in graduatoria con la formazione docenti