ASCOLTA RLB LIVE
Search

Turismo e innovazione in Calabria: una sinergia importante

Il settore del turismo è un’industria che ogni anni muove nel mondo oltre un miliardo di persone.

 

Solo in Italia questo mercato supera i 58milioni di viaggiatori con un aumento nel 2017 del +11,8% rispetto all’anno precedente (fonte Osservatorio Nazionale del turismo). Si tratta di dati estremamente importanti per dimostrare, se mai ce ne fosse bisogno, quanto il turismo rappresenti una risorsa fondamentale per lo sviluppo economico di un Paese. A livello regionale il 2018 ha segnato per la Calabria una data importante in quanto ha ribadito la vocazione turistica della nostra regione che alla luce dei dati si attesta al secondo posto nella classifica nazionale. Stiamo parlando delle permanenza media nelle strutture ricettive calabresi che si attesta a 4,92 notti per persona, ben al di sopra della media italiana pari a 3,37 notti per ogni cliente. Al primo e secondo posto Marche e Sardegna con rispettivamente 5,30 e 4,53 notti.

Alla luce di questi dati non possiamo che sottolineare la necessità di dare un maggiore impulso al settore turistico attraverso l’impiego di nuove tecnologie e strumenti innovativi che possono fornire un supporto decisivo alla promozione e valorizzazione della regione in chiave turistica.

Quando nell’agosto scorso la Coldiretti/Ixè ha pubblicato un primo bilancio della stagione 2018 è emerso come ben 19milioni di visitatori in Italia abbiano scelto il canale online per prenotare le loro vacanze. A fianco di questi dati troviamo il 57% dei turisti che hanno scritto recensioni e dato feedback alle strutture nelle quali hanno soggiornato o dove hanno mangiato direttamente via web.

Dal punto di vista della promozione delle eccellenze artigianali e dei prodotti agroalimentari della nostra regione ci vengono ancora in aiuto i dati forniti dalla Coldiretti. Oltre il 50% dei turisti che sono stati in visita in Calabria ha acquistato prodotti locali con particolare predilezione per quelli agroalimentari. Questo dato ci offre lo spunto per sottolineare quanto le nuove tecnologie possano contribuire a rafforzare il legame tra locale e viaggiatore anche dopo che quest’ultimo ha visitato la nostra regione.

I negozi fisici possono infatti sfruttare il canale digitale per la vendita dei loro prodotti non solo cibo, ma anche eccellenze artigianali regionali. Strumenti come Packlink ad esempio dedicati al commercio online si rivelano per la piccola e media attività risorse innovative importanti per velocizzare e semplificare il processo di spedizione e monitoraggio della merce al di là dei confini nazionali. Gestire infatti le spedizioni in Europa con Packlink offre vantaggi anche e soprattutto in termini economici grazie alla possibilità di scegliere il corriere più vantaggioso in base alla propria destinazione. Un supporto fondamentale per quelle imprese a vocazione locale che per loro stessa natura hanno bisogno di strumenti intuitivi e di facile gestione visto che si tratta di piccole o medie attività che spesso non possono contare su un gran numero di dipendenti.

La diffusione di internet, dei dispositivi mobili come smartphone e tablet richiede un ripensamento anche dei canali attraverso i quali valorizzare l’offerta turistica e promuovere le eccellenze del nostro territorio.

Progetti come il Polo Cassiodoro per l’innovazione nel campo turistico e dei beni culturali è riuscito a coinvolgere oltre cento soggetti a livello regionale e nazionale. L’iniziativa nata e sviluppatasi grazie al partenariato di istituiti di ricerca, enti privati e al sostegno delle Regione Calabria si propone di creare un vero e proprio ecosistema culturale capace di dare nuovo slancio al turismo e all’economia della regione.

Da notare come in un contesto simile di innovazione la città di Cosenza ospiti un importante centro di coworking, spazio di lavoro dedicato alle nuove tecnologie applicate al marketing, alla comunicazione e alla creatività digitale veicolate dai nuovi media. Il Talent Garden di Cosenza si inserisce così in questo fermento di innovazione che può offrire importanti e significativi contributi anche al settore turistico.

Ma del resto la forza delle nuove frontiere del turismo sta proprio nella localizzazione dell’offerta là dove l’autenticità dell’esperienza, la qualità dei prodotti e l’accoglienza valorizzano un territorio e coloro che vi operano molto di più di piani strategici impersonali. Il turista moderno è infatti alla ricerca di un’esperienza più vera durante la propria vacanza, di quella relazione umana che rappresenta un plus valore importante nella nostra ragione.

Ecco allora che le nuove tecnologie possono fare molto per veicolare l’immagine della Calabria come destinazione umana in cui la relazione con il tessuto locale è fatta dai suoi abitanti, dalle bellezze naturalistiche, dalla genuinità dei prodotti artigianali o agroalimentari. Riuscire a creare un ecosistema capace di integrare tutto questo utilizzando gli strumenti innovativi messi a disposizione dal web rappresenta la nuova sfida del turismo in Calabria.

Foto copertina: https://www.flickr.com/photos/savolio/18540175045/sizes/l