Primo giorno di scuola, 276mila studenti tornano tra i banchi in Calabria

Il giorno di dire addio alle spiagge e alle vacanze è ufficialmente arrivato. Da oggi lunedì 17 settembre, suoneranno le campanelle in tutti gli istituti di ogni ordine e grado della Calabria

 

CATANZARO – Studenti e docenti tornano oggi a sedere tra i banchi per l’inizio del nuovo anno scolastico che terminerà il prossimo 8 di giugno 2019. Sono circa 276 mila gli scolari calabresi che torneranno in classe e i più numerosi sono quelli della provincia di Cosenza, oltre 96 mila; seguono gli 80 mila studenti del reggino e poi i 49 mila del catanzarese. Infine 27mila studenti crotonesi torneranno in classe così come i 23mila del vibonese. Ma si pensa già a fare i conti per le prossime vacanze.

Feste e vacanze

La prima in calendario è giovedì 1 novembre e venerdì 2 di novembre, per la commemorazione dei Santi e dei Defunti. Le festività natalizie inizieranno il 24 dicembre e andranno avanti fino al 5 gennaio. Per la ricorrenza di Pasqua le date sono dal 18 al 24 Aprile.

Novità 2018 2019 per gli esami di maturità

Cambiano ad esempio i requisiti di ammissione vincolati innanzitutto al voto finale, che deve essere un 6 in tutte le discipline; e poi alla frequenza obbligatoria di almeno tre quarti dell’orario annuale; alla partecipazione al test Invalsi e al completamento delle ore di alternanza scuola lavoro. Il test Invalsi prevede prove di italiano, matematica e inglese computer based, proprio come per la terza media, e la partecipazione sarà obbligatoria ai fini dell’ammissione.

Novità anche per i crediti scolastici: si passerà infatti da un massimo di 25 punti a un massimo di 40, a cui aggiungere i voti della maturità, ovvero 20 punti per la prima prova, per la seconda e per l’orale. La valutazione finale rimarrà in centesimi ma si modificano i requisiti per accedere ai 5 punti bonus. Ovvero, sarà necessario essere ammessi all’esame con almeno 30 crediti e totalizzarne almeno 50 alle prove. Infine, il vincolo di completamento delle ore di alternanza scuola-lavoro, fissate in 200 per i licei e 400 per gli istituti tecnici e professionali.

I vaccini? Basta l’autocertificazione

L’obbligo vaccinale stando alle ultime circolare impone la presentazione di un’autocertificazione firmata dalla famiglia.