Operazione Fructorum, obbligo di dimora per Torromino

Pasquale Torromino, indagato con altre 20 persone nell’operazione “Fructorum”, esce dal carcere, detenuto dal 15 maggio e torna a casa

 

CROTONE – Tribunale della Libertà per molti degli indagati nell’operazione effettuata dalla Distrettuale Antimafia di Catanzaro lo scorso 15 maggio, nel territorio di Crotone, contro un’associazone dedita al narcotraffico, trasporto e cessione di stupefacenti. “Fructorum” è il nome dell’operazione dal fatto che, secondo gli inquirenti, alcuni degli associati, venditori ambulanti di frutta e verdura, erano soliti chiamare lo stupefacente con i nomi dei frutti o degli ortaggi. annullate, quindi, alcune ordinanze di custodia cautelare tra cui quella di Pasquale Torromino, 49 anni, difeso dagli avvocati Giorgia Greco del foro di Cosenza e Aldo Trunce del foro di Crotone, indagato di partecipazione per la cessione della droga e per sette capi di imputazione in cui lo vedono partecipe di traffico e cessione di stupefacente del tipo cocaina.  Dunque venerdì scorso il Gip distrettuale di Catanzaro, Pietro Carè, ha annullato l’ordinanaza di custodia cautelare sostituendo la misura cautelare con quella dell’obbligo di dimora nel comune di Crotone

 

Il blitz dei carabinieri della compagnia di Crotone scattò all’alba del 15 maggio scorso dietro ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Catanzaro su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. Per 21 arresti domiciliari e in carcere, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico, produzione, e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti e ricettazione. L’indagine prese vita il 17 gennaio del 2014 quando furono arrestate otto persone trovate in possesso di un 1,7 chilogrammi di marijuana, 390 grammi di cocaina, materiale per la pesatura e il confezionamento delle singole dosi, 279 cartucce di vario calibro e un giubbotto antiproiettile provento di furto a danni di un istituto di vigilanza di Corigliano Calabro (Cs).

 

LEGGI ANCHE

Operazione Fructorum, 21 arresti. Droga da Crotone alle Eolie