ASCOLTA RLB LIVE
Search

Boom di avvocati in Calabria, sette ogni mille abitanti

La Calabria è la regione più densamente popolata di avvocati d’Italia, il loro reddito medio è il più basso

 

COSENZA – Gli avvocati calabresi guadagnano meno rispetto ai colleghi del resto d’Italia e sono molti di più se paragonati alla popolazione residente. E’ la Campania, con 34.330 avvocati, ad annoverare il maggior numero di professionisti sul territorio regionale, il 14,2% del computo nazionale; seguono la Lombardia (33.601) e il Lazio (33.371). Secondo l’anticipazione del Rapporto 2018 “Percorsi e scenari della avvocatura italiana” elaborato dal Censis e illustrato nella tavola rotonda di apertura dei lavori di “ASLA Diritto al Futuro”, a Milano, la distribuzione dei professionisti all’interno nel nostro Paese non risulta omogenea: si passa da oltre sette avvocati ogni mille abitanti in Calabria ai 3,4 della Lombardia. Valle d’Aosta regione meno densamente popolata di professionisti con 1,4 avvocati ogni mille abitanti. Seguono il Trentino Alto Adige (1,8 ogni mille abitanti), Friuli Venezia Giulia (2,1) e Piemonte (2,3). 5,9 professionisti ogni mille abitanti per la Campania; 5,7 per il Lazio e 5,4 per la Puglia.

 

E’ la Lombardia a far registrare il volume d’affari più alto a livello nazionale per quanto riguarda il reddito medio degli avvocati: 56.309 euro per le avvocate e 168.427 per gli avvocati, una media di 111.030 euro, avvicinata solo dal Trentino Alto Adige (102.236 euro). E’ la radiografia dei redditi dei legali italiani secondo il rapporto ‘I numeri dell’avvocatura’, redatto annualmente dalla Cassa Forense e presentato oggi a palazzo Mezzanotte a Milano durante il convegno ‘Diritto al futuro’. Staccate, di molto, le altre regioni: 76.975 euro per il Veneto, 73.942 per il Lazio, 72.246 per la Valle d’Aosta. Volume d’affari medio più basso per la Calabria con 22.671.

 

Con 67.382 euro la Lombardia è anche la prima regione in Italia per reddito medio annuo, reddito medio più basso, invece, per la Calabria: 17.587, la regione più densamente popolata di professionisti a livello nazionale. Con 39.028 euro il Trentino Alto Adige è dove le avvocate guadagnano mediamente di più. L’ordine più ricco d’Italia è quello di Milano con 83.901 euro medi annui, dato comunque in flessione rispetto all’anno precedente. Segue Roma con 55 mila euro, Genova con 54 mila e Bergamo con 50 mila euro medi annui. Un avvocato in attività al Sud e nelle Isole guadagna circa 33 mila euro in meno rispetto a un professionista attivo al Nord, divario che diventa ancor più rilevante se si calcolano esclusivamente i redditi medi degli avvocati uomini: 30.933 euro annui per un avvocato attivo nel meridione, 59.291 per chi lavora al Centro e 78.673 per il Nord.

 

LEGGI ANCHE

 Giovani avvocati ‘poveri’ e tartassati, retroscena di un mestiere per chi ha le ‘spalle coperte’

 




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config