ASCOLTA RLB LIVE
Search
case-popolari

Alloggi popolari, requisiti di accesso: nuovo regolamento

La commissione regionale approva anche la proposta di legge sull’illuminazione pubblica e privata ai fini del risparmio energentico

 

REGGIO CALABRIA – La quarta Commissione del Consiglio regionale, ‘Assetto e utilizzazione del territorio, protezione dell’ambiente’ presieduta da Domenico Bevacqua, ha approvato nel corso della seduta odierna due proposte di legge: la prima, di iniziativa di Giuseppe Ennio Morrone, per la regolamentazione dell’eccesso di illuminazione pubblica e privata ai fini del contenimento e del risparmio energetico; la seconda, di Domenico Battaglia e Giuseppe Neri, con cui si posticipa al prossimo 30 giugno 2018 il termine per l’adozione, da parte della Giunta regionale, del regolamento per stabilire i requisiti di accesso e permanenza negli alloggi di edilizia residenziale sociale, i criteri e le procedure di assegnazione, i criteri e i parametri dei relativi contratti di locazione, ed al 31 ottobre 2018, il termine ultimo per il censimento a cura dell’Aterp e dei comuni interessati delle unità immobiliari occupate senza titolo.

Nel corso della seduta, inoltre, è stato avviato l’esame delle proposte di legge in materia di canali navigabili e di manutenzione del collettore denominato Canale degli Stombi (iniziative di Gianluca Gallo e dello stesso presidente Domenico Bevacqua), argomento su cui è stato audito l’assessore al Sistema portuale Francesco Russo. Nel prosieguo della Commissione, è stata audita Orsola Reillo, dirigente generale del dipartimento ‘Ambiente e Territorio’ della Giunta regionale, che ha relazionato sulla proposta di legge di Orlandino Greco in materia di ‘trattamento di frazione organica del rifiuto solido urbano (Forsu) e dei fanghi di depurazione con impianti di lombricompost’. La riunione della quarta Commissione è stata altresì dedicata all’audizione del sindaco del comune di Amantea, Mario Pizzino, e dei rappresentanti dell’Anas, Giuseppe Ferrara e arch. Pietro Silletta. “Lunga e proficua – ha detto a conclusione dei lavori il presidente Domenico Bevacqua – si è rivelata la discussione avente ad oggetto il problema della percorribilità della Statale tirrenica 18, con particolare riferimento al tratto sito in località ‘Principessa’ di Campora San Giovanni. Da parte sua, il sindaco di Amantea, ringraziando per l’invito, si è dichiarato soddisfatto per gli impegni assunti, apprezzando altresì le possibilità prospettate di interventi sul porto”.

“Ringraziando per la piena disponibilità i responsabili Anas presenti (Giuseppe Ferrara e Pietro Silletta), prendo atto, con soddisfazione – ha sottolineato Bevacqua – della soluzione immediata, individuata per la rimozione dell’inconveniente derivante dalla presenza dell’impianto semaforico e della circolazione a senso unico alternato. Sono pienamente d’accordo, inoltre, sulla decisione di istituire un tavolo tecnico, al quale parteciperanno Regione, Comune di Amantea, Anas e Ferrovie, al fine di agevolare un’analisi complessiva dell’intera strada statale e delineare il quadro delle azioni sinergiche occorrenti all’implementazione delle soluzioni prospettate, compresa un’ipotesi progettuale di variante, emersa in corso di audizione”. Ai lavori hanno contribuito i consiglieri Gallo, Bova, Greco, Arruzzolo, Morrone, Nucera e Tallini.