ASCOLTA RLB LIVE
Search
basta vittime numero whatsapp

Un numero whatsapp per contattare l’Associazione Basta Vittime sulla Statale 106

Ogni cittadino e utente potrà memorizzare il numero nella rubrica del proprio smartphone ed inviare messaggi con segnalazioni all’associazione Basta Vittime sulla Statale 106.

 

COSENZA – Il numero è il 351-1968424 e basta salvarlo in rubrica. Il Direttivo dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” comunica che è stato abilitato un numero telefonico attraverso il quale ogni cittadino calabrese può conttata l’Associazione. Ogni cittadino potrà memorizzarlo nella rubrica del proprio telefono smartphone al fine di utilizzarlo ogni qual volta vorrà segnalare all’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” qualsiasi cosa (incidenti, problematiche sulla carreggiata della S.S.106, criticità varie, ecc.).

Il numero, attivo 24 ore su 24, è anche su Whatsapp e Telegram e consente, quindi, la ricezione di messaggi di testo, foto e video anche attraverso queste applicazioni gratuite. Pertanto, da oggi, ogni cittadino potrà comunicare facilmente ed in tempo reale ogni cosa all’Associazione dal proprio dispositivo smartphone.

 

«Questo importante ed innovativo servizio – dichiara Fabio Pugliese, presidente dell’Associazione – nasce dalla necessità di essere sempre più vicini alle esigenze del cittadino che da oggi, grazie appunto a questo servizio, potrà contattare l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” in qualsiasi momento ed in qualsiasi modo per comunicare qualsiasi cosa riguarda la S.S.106».

«La presenza di un incidente – continua Pugliese – o di un incendio (ora che sta per iniziare la bella stagione), piuttosto che una criticità infrastrutturale legata alla S.S.106, ecc. ecc. da oggi tutto sarà facilmente comunicabile dal proprio telefonino».

«Ovviamente – conclude Pugliese – siamo ottimisti circa la possibilità che questo strumento sarà utilizzato da molti cittadini che vorranno partecipare attivamente e volontariamente a rendere più sicura la famigerata e tristemente nota “strada della morte” aiutandoci ad acquisire informazioni che possono essere utili e determinanti in questo senso».