ASCOLTA RLB LIVE
Search

Ai migranti cibo per maiali a giorni alterni, il parroco tra i 108 indagati (I NOMI)

Il centro d’accoglienza di Isola Capo Rizzuto sembrerebbe fosse usato dalla ‘ndragheta come un vero e proprio bancomat. La spartizione dei fondi portò alla pax mafiosa


CATANZARO – La Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per gli indagati nella maxi inchiesta “Jonny” che svelò le infiltrazioni dei clan crotonesi della ‘ndrangheta nella gestione del centro d’accoglienza richiedenti asilo di Isola Capo Rizzuto, il Cara Sant’anna. Sono 108 le persone che finiranno davanti al gup distrettuale di Catanzaro. Tra loro anche l’ex governatore della Misericordia di Isola e della Confraternita Interregionale della Calabria e Basilicata Leonardo Sacco ed il parroco del paese del crotonese don Edoardo Scordio. Durante l’udienza preliminare gli indagati dovranno rispondere, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, porto e detenzione illegale di armi, intestazione fittizia di beni, malversazione ai danni dello Stato, truffa aggravata, frode in pubbliche forniture e altri reati di natura fiscale, tutti aggravati dalla modalitĂ  mafiose. Secondo l’accusa, il Cara di Isola era diventato il “bancomat” della cosca Arena. L’operazione Jonny scattò all’alba del 15 maggio 2017. Un’indagine coordinata dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, dell’aggiunto Vincenzo Luberto e dai pm Domenico Guarascio e Vincenzo Capomolla, che portò all’esecuzione di oltre un centinaio di fermi, tra i quali Sacco e don Scordio.

 

L’inchiesta ha evidenziato come la cosca Arena, che a Isola Capo Rizzuto ha il suo feudo, fosse riuscita ad impossessarsi, in un decennio, di 36 milioni di euro sui 105 stanziati dallo Stato per l’assistenza ai migranti. Era soprattutto il servizio catering quello su cui gli Arena lucravano. All’epoca Gratteri sintetizzò cosĂŹ la qualitĂ  del servizio: “Il cibo non bastava per tutti e spesso era quello che solitamente si dĂ  ai maiali”. Secondo l’accusa, Sacco, imprenditore, in passato vicepresidente nazionale della Misericordia, e grazie a questo aveva stretto legami con vari ambienti politici. Sarebbe stato lui, secondo la Dda, a permettere agli Arena di inserirsi nell’affare, consentendo a ditte create ad hoc di aggiudicarsi gli appalti indetti dalla Prefettura. Nell’affare erano coinvolte anche altre cosche, tanto che, proprio i finanziamenti, sono alla base della pax mafiosa siglata nel 2004 dalle ‘ndrine della zona che fino a poco prima si combattevano a colpi di bazooka. In questo contesto, a guadagnarci sarebbe stato anche don Scordio che, secondo l’accusa, avrebbe ricevuto, nel solo 2007, 132 mila euro. Il sacerdote, per investigatori ed inquirenti, avrebbe anche avuto la capacitĂ  di riciclare denaro in Svizzera grazie al fratello che vi risiede. Don Scordio, indicato come gestore occulto della Misericordia, per l’accusa sarebbe stato l’organizzatore del sistema di sfruttamento delle risorse pubbliche destinate all’emergenza profughi, riuscendo ad aggregare le capacita’ criminali degli Arena e quelle manageriali di Leonardo Sacco.

RICHIESTE DI RINVIO A GIUDIZIO OPERAZIONE JONNY:

Armando Abbruzzese;

Salvatore Abbruzzo;

Francesco Aceto;

Antonio Francesco Arena, classe ’91;

Fabrizio Arena;

Francesco Arena, classe ’79;

Antonio Francesco Arena, classe ’80;

Francesco Arena, classe ’60;

Giuseppe Arena, classe ’66;

Giuseppe Arena, classe ’86 (figlio di Pasquale Arena, alias “Nasca”);

Pasquale Arena, alias “Nasca”;

Pasquale Arena, classe ’92;

Salvatore Arena, classe ’59 alias “Scrucco”;

Salvatore Arena, alias “ricchia”, classe ’69;

Pasquale Attianese;

Luciano Babbino;

Francesco Bruno;

Francesco Caiazzo;

Francesco Cantore;

Leonardo Catarisano;

Mario Ciliberto;

Salvatore Colacchio;

Vincenzo Corda;

Giuseppe Cosco;

Aurora Cozza;

Emanuela D’Alfonso;

Salvatore D’Alfonso;

Salvatore Danieli;

Salvatore De Furia;

Raffaele Di Gennaro;

Domenico Falcone;

Salvatore Foschini;

Saverio Gallo;

Luigi Gareri;

Fiore Gentile;

Francesco Gentile;

Tommaso Gentile;

Antonio Giglio;

Nicolino Gioffrè;

Aldo Giordano;

Aurelio Giordano;

Lorenzo Giordano;

Vincenzo Godano;

Giovambattista Greco;

Maurizio Greco;

Francesco Gualtieri;

Pasquale Gualtieri;

Raffaele Gualtieri;

Domenico Guareri;

Mario Guareri;

Andrea Guarnieri;

Leye Kane;

Maria LanatĂ ;

Nicola Lentini;

Paolo Lentini;

Rosario Lentini;

Vincenzo Lentini;

Vincenzo Domenico Lentini;

Giuseppe Lequoque;

Lionetti Costantino;

Michela Maiolo;

Nicola Maiorino;

Francesco Mammone;

Giuseppe Mancuso;

Antonio Manfredi;

Mario Manfredi;

Francesco Martiradonna;

Domenico Mercurio;

Luca Pietro Mercurio;

Luigi Miniaci;

Santo Mirarchi;

Pasquale Morelli, classe ’47;

Antonio Giuseppe Morrone;

Luigi Morrone;

Pasquale Morrone;

Santo Morrone;

Paolo Muccillo;

Angelo Muraca;

Stefania Muraca;

Beniamino Muto;

Domenico Nicoscia, classe ’78;

Domenico Nicoscia, classe 62;

Pasquale Nicoscia;

Salvatore Nicoscia;

Fortunato Pirrò;

Salvatore Pizzimenti;

Antonio Poerio, classe ’71;

Antonio Poerio, classe ’81;

Domenico Poerio;

Fernando Poerio;

Pasquale Poerio;

Antonio Pompeo;

Giuseppe Pullano;

Mario Ranieri;

Ercolino Raso;

Francesco Romano;

Salvatore Romano;

Pietro Romeo;

Leonardo Sacco;

Luigi Rosario Sanzo;

Antonio Saporito;

Teresa Scerra;

Edoardo Scordio;

Francesco Taverna;

Giuseppe Tipaldi;

Roberto Valeo.

 

LEGGI ANCHE

‘Ndrangheta: le mani del clan Arena anche sull’accoglienza dei migranti, tra i fermati don Edoardo Scordio (NOMI E VIDEO)

 

 ‘Ndrangheta, Operazione “Jonny”: richieste le dimissioni di Alfano




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config