ASCOLTA RLB LIVE
Search

Calabria al voto, affluenza alle 12 del 15,11%

La provincia in cui si è votato di più è Catanzaro con il 16,01%; a seguire Cosenza con il 15,95%. Seggi rallentati a causa dei controlli “antifrode”

 

CALABRIA – Per le elezioni della Camera alle ore 12 in Calabria è stata del 15,11%, in aumento rispetto al dato di 8,7% del 2013 quando però si votò in due giorni, l’affluenza ai seggi da parte degli elettori calabresi registrata alla rilevazione delle 12. La provincia in cui si è votato di più è quella di Catanzaro dove si è recata alle urne il 16,01% seguita di stretta misura da Cosenza (15,95%). Seguono le province di Crotone (14,20), di Vibo (13,92) e Reggio Calabria (13,26). A Catanzaro, secondo i dati forniti dal Comune, a mezzogiorno ha votato poco meno del 17% (16,95 per la precisione) degli aventi diritto al voto che, nel capoluogo, sono in tutto 72.515.
Acquaformosa, in Calabria, il Comune con la più alta affluenza alle urne, 26,1%, in base ai dati della rilevazione effettuata alle 12 di oggi dal Ministero dell’Interno. Nel piccolo comune del cosentino assurto da anni a modello di accoglienza e integrazione dei migranti, a mezzogiorno si erano recati al voto 236 elettori su un totale di 906 aventi diritto. Una percentuale di dieci punti superiore alla media registrata alla stessa ora in Calabria e di oltre sei punti superiore al dato nazionale di 19,38

 

Otto i collegi uninominali in cui è ripartito il territorio regionale per la Camera: Cosenza, Castrovillari, Corigliano, Catanzaro, Crotone, Vibo, Gioia Tauro e Reggio Calabria e due i collegi plurinominali “listini”. Per il Senato abbiamo quattro collegi uninominali: Cosenza-Castrovillari, Corigliano-Crotone, Catanzaro-Vibo Valentia e Reggio-Palmi; unico il collegio plurinominale al Senato. In Calabria gli aventi diritto al voto sono oltre un milione e mezzo. Sono in 390 a correre per la Camera e il Senato e saranno rispettivamente solo in 20 e 10 ad essere eletti. Ricordiamo che il nuovo Parlamento si insedierà a fine marzo

Lunghe file si stanno registrando ai seggi aperti da questa mattina alle sette, in particolar modo per il bollino antifrode, un sistema di controllo delle schede. Il ministro dell’Interno Marco Minniti ha votato stamani a Reggio Calabria nel seggio della scuola “Bernardino Telesio” del quartiere popolare di “Modena- Ciccarello”. Minniti, era arrivato a Reggio Calabria, città dove risiede, nella serata di ieri. Il ministro non ha rilasciato dichiarazioni e si diretto in aeroporto per raggiungere Roma dove dal Viminale seguirà le operazioni di voto.