Edilizia, cala l’occupazione Nel primo semestre -7,2%

Nel primo semestre 2012, gli occupati nel settore delle costruzioni in Calabria sono diminuiti del 7,2% su base annua rispetto ad una media nazionale di -4,8%. La flessione nella regione ha coinvolto sia i lavoratori alle dipendenze (-7,1%), che rappresentano circa il 70% del totale degli occupati del settore, che gli indipendenti (-7,4%). È quanto emerge da

un’elaborazione dell’Ance su dati Istat. Nel 2012, dopo il risultato positivo dei primi tre mesi, che ha fatto registrare un +3% rispetto allo steso periodo dell’anno precedente, la tendenza negativa ha ripreso vigore nel secondo trimestre, con un calo tendenziale del 16,5%.   Nel 2011 il numero degli occupati nelle costruzioni nella regione ha registrato una riduzione significativa del 14,7% su base annua (-5,3% la media italiana), accentuando il trend negativo degli ultimi anni (-4,1% nel 2010 e -0,6% nel 2009). Secondo i dati Istat sulle forze di lavoro, in Calabria gli occupati del settore nel 2011 sono circa 51.000 e rappresentano oltre la metà (il 52,6%) dei lavoratori operanti nel totale dell’industria e l’8,8% degli addetti nell’intero sistema economico regionale (per l’Italia le stesse incidenze sono inferiori e rispettivamente pari al 28,2% e all’8%)