Vigili del Fuoco precari iniziano la loro lotta a livello europeo: ieri l’incontro con la parlamentare

L’Italia è l’unico membro facente parte dell’UE a non attenersi e a non rispettare gli standard emanati dalla stessa Unione Europea.

 

COSENZA – “L’Unione Sindacale di Base del comparto dei Vigili del Fuoco della Calabria – si legge in una nota – ha incontrato la parlamentare europea del Movimento 5 Stelle On. Laura Ferrara. Nella riunione alla parlamentare è stata esposta dal Coordinatore Regionale USB VVF della Calabria Silipo Giancarlo e dal Coordinatore Provinciale di Crotone USB VVF Pino Laurenzano, la grande e gravissima problematica che affligge tutto il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nel quotidiano e, soprattutto del grande affanno che sta subendo tutto il Soccorso Tecnico Urgente. Gli stessi referenti dell’O.S. hanno evidenziato come l’Italia è l’unico membro facente parte dell’UE a non attenersi e a non rispettare gli standard emanati dalla stessa Unione Europea, che prevedono 1 VF ogni 1.000 abitanti e 60.000 VF permanenti su tutto il territorio nazionale, quando la realtà attuale è che in Italia si ha un rapporto di 1 VF ogni 15.000 abitanti e 28.000 VF permanenti su tutto il territorio nazionale (da precisare che quest’ultimo dato tende a scendere in quanto non sono tutti VF operativi). Inoltre è stata puntualizzata e marcata più volte la situazione di tutti i precari VV.F. attraverso la Risoluzione Fiano (G.U. 23 giugno 2017), architettata esclusivamente da questa O.S. e portata avanti esclusivamente dall’On. Emanuele Fiano e dall’On. Emanuele Cozzolino.

Nella stessa riunione è stato discusso l’enigma della “non” copertura dell’INAIL e del mancato riconoscimento della categoria altamente usurante. In ogni modo è stato racchiuso in maniera dettagliata tutte le problematiche che vivono quotidianamente ogni singolo lavoratore sia precario che permanente, facendo leva su ogni singolo dettaglio e su ogni singola documentazione probante a tale problematica. Dopo aver illustrato il tutto all’On. Laura Ferrara, questa O.S. ha deciso che inizierà una dura battaglia anche a livello europeo, proprio per rivendicare i diritti di tutti i lavoratori precari e permanenti e soprattutto per quelli umani, poiché non esistono diversità o distinzione tra tutta la classe lavoratrice di questo comparto. Ecco perché i precari VV.F. non si arrenderanno mai, e continueranno a ricercare la parola “giustizia”, perché con la forza della verità in vita hanno conquistato l’universo e, tutti i lavoratori del C.N.VV.F. aderenti a questa organizzazione sindacale vogliono ringraziare vivamente l’On. Laura Ferrara per la sua grandissima disponibilità e per la sua sensibilità a questa serissima problematica che va avanti ormai da decenni. Ora bisogna solo costruire insieme a tutti i lavoratori precari VV.F. e alla parlamentare in questione il percorso di lotta e la strategia migliore affinché nessuno rimanga deluso o illuso, rimanendo appunto con i piedi per terra, con le idee giuste e ben salde, poiché tutti i lavoratori di questo comparto aderenti appunto esclusivamente ad USB sono realisti, perché gli stessi esigono l’impossibile e, anche perché tutto quello vissuto fino ad oggi da precario possa chiamarsi vita e vittoria un domani.”