ASCOLTA RLB LIVE
Search
polizia e finanza

Maxi operazione antidroga, 19 arresti tra Sicilia, Campania e Calabria

Una doppia operazione anti-droga tra Sicilia, Calabria e Campania ha portato all’arresto di 19 persone per reati in materia di stupefacenti aggravati dalla transnazionalità.

 

PALERMO – E’ scattata alle prime ore di questa mattina, l’operazione della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza di Palermo, chhe stanno procedendo all’esecuzione di diciannove misure cautelari disposte dal Gip presso il Tribunale di Palermo, nell’ambito delle operazioni “Cinisaro” e “Meltemi”, coordinate dalla locale Dda. Le persone coinvolte sono accusate di reati in materia di stupefacenti aggravati dalla transnazionalità.

In tredici sono finiti in carcere, quattro ai domiciliari, e altre due persone, invece, sono state raggiunte da misure alternative. Gli investigatori ritengono così di aver smantellato un’organizzazione transnazionale che era specializzata nel traffico di cocaina tra il Sud America e la Sicilia. La tesi degli inquirenti è che a gestire il traffico fosse un 38enne di Carini, Alessandro Bono ritenuto il corriere della droga tra la Colombia, il Venezuela, l’Ecuador, la Costarica e la Sicilia. Lo stupefacente sarebbe stato acquistato dal lui nei paesi dell’America latina e fatta arriva all’aeroporto “Falcone Borsellino” trasportata da corrieri all’oscuro, nascosta tra pedane e caffettiere.

Poi avveniva la distribuzione nelle varie piazze di spaccio siciliane: a Palermo così come a Capaci, Partinico, la costa ovest di Carini, Trapani, Mazzara Del Vallo, Marsala e Salemi. Gli appartenenti all’organizzazione erano attrezzati con telefoni cellulari della Black Berry con cui utilizzavano delle chat di difficile decifrazione.