Autostrada Salerno – Reggio Calabria, abbattuta la galleria dove morì un operaio

REGGIO CALABRIA – I materiali all’interno della galleria Paci travolsero un operaio della ditta a cui era stato affidato il subappalto.

La demolizione effettuata infatti riguarda il rifacimento dell’ultima galleria del tratto reggino, tra le più difficili da ricostruire dell’intero tracciato. L’Anas comunica che questa mattina è stato abbattuto il diaframma della galleria ‘Paci’, in carreggiata sud, nell’ambito dei lavori per il Macrolotto VI della nuova autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. “La galleria Paci Sud è l’ultima galleria naturale che restava da scavare nell’ambito di tutti i lavori in fase di completamento lungo la nuova autostrada A3 – ha dichiarato il Presidente dell`Anas Pietro Ciucci -. Si tratta della centoquattordicesima galleria naturale che scaviamo dal 2006 ad oggi e la lunghezza totale di scavo arriva a circa 90 km. La conclusione dello scavo rappresenta un importante passo che porterà alla fine dei lavori nel tratto reggino dell’autostrada, che è rappresentato dal macrolotto 6, del valore complessivo di 633 milioni di euro, e costituisce il preludio alla prossima apertura al traffico prevista entro la fine dell’anno”.

 

Nel suo discorso Ciucci ha dimenticato la morte del trentacinquenne Serafino Sciarrone. Neanche un accenno è stato fatto all’uomo, padre di due figli, morto sul lavoro proprio in quella stessa galleria, che contribuì per la sua parte alla realizzazione dell’opera ancora in corso di costruzione. L’incidente avvenne nel Maggio del 2006 quando il giovane fu letteralmente sepolto vivo da alcunni materiali all’interno del cantiere allestito dalla ditta che aveva vinto il subappalto. di quel tratto del VI macrolotto della Salerno/Reggio Calabria. Il consiglio regionale con una mozione ad hoc aveva anche chiesto ad Anas che lla nuova galleria fosse dedicata all’operaio scomparso prematuramente. Ma il presidente Ciucci lo ignora, preoccupato a contare le centinaia di milioni di euro che mancano all’appello per terminare la nuova A3.

 

La galleria Paci sarà una delle opere principali dell’autostrada A3 ed è la più lunga tra i quattro tunnel a doppio fornice presenti nel Macrolotto VI. La carreggiata sud si sviluppa complessivamente per 1.760 metri, mentre la carreggiata nord, il cui scavo è stato ultimato lo scorso mese di agosto, si estende per 1.720 metri. La sezione trasversale ha una larghezza di 15 metri e sono previste per entrambe le carreggiate 2 piazzole di sosta, 2 bypass pedonali e 1 bypass carrabile. I lavori di scavo della galleria, iniziati nel dicembre 2011, hanno visto costantemente impegnati circa 150 operai organizzati su quattro turni di lavoro. Lo scavo della galleria, caratterizzata da un complesso contesto geomeccanico, ha richiesto un grande impegno progettuale ed esecutivo, nonché una costante fase di assistenza in corso d’opera, associata ad un sistematico monitoraggio topografico e geotecnico, che ha consentito di ottimizzare gli interventi di consolidamento necessari.

 

Attualmente, in carreggiata nord, sono in corso le opere di finitura ed il completamento degli impianti tecnologici, attività che da domani potranno essere eseguite anche per la carreggiata sud. L’apertura al traffico del relativo tratto autostradale, di estensione complessiva di 3,8 km, è prevista in due fasi: a fine novembre sarà aperta la carreggiata nord, mentre la carreggiata sud aprirà al traffico nel mese di dicembre 2014. Allo stato attuale, sono 342 i km di nuova autostrada A3 ultimati e fruibili, 13 i km con cantieri in fase di completamento, ulteriori 20 km riguardano lavori consegnati nel 2014. Sono, inoltre, in corso procedure di gara per i lavori relativi a 6 km di autostrada, mentre 10 km sono da appaltare. Ulteriori 10 km saranno sottoposti a lavori di ‘restyling’ e 42 km sono in attesa di finanziamento.