ASCOLTA RLB LIVE
Search

‘Ndrangheta: estorsioni e traffico di armi, 20 arresti tra Calabria e Svizzera

CATANZARO – Scoperti traffici illeciti tra la Calabria e la Svizzera.

La squadra mobile di Catanzaro ha arrestato 20 persone accusate di appartenere alla cosca della ‘ndrangheta dei Procopio-Mongiardo che opera nella zona del basso Jonio catanzarese. I provvedimenti sono stati emessi dalla Dda di Catanzaro. Dalle indagini sono state scoperte una serie di estorsioni e danneggiamenti a imprenditori e commercianti. I poliziotti hanno individuato anche un traffico di armi attraverso un canale utilizzato da calabresi residenti in Svizzera. Nel corso delle indagini è stato scoperto anche il responsabile delle minacce ad un giornalista. Ad uno dei capi della cosca, infatti, è stato contestato di aver posto in essere delle minacce, aggravate dalla metodologia mafiosa, nei confronti di un giornalista per costringerlo ad astenersi dal pubblicare articoli che evidenziavano aspetti negativi riguardo alla famiglia di appartenenza.

 

La frase del boss sul giornalista

“Digli al giornalista che quando parla delle mie cose deve essere piĂą delicato. Non deve parlare solo contro ma anche delle cose a favore”. E’ questa la frase pronunciata dal presunto boss Mario Mongiardo nel corso di un colloquio con la figlia minorenne avvenuto in carcere. Il giornalista a cui faceva riferimento Mongiardo è Francesco Ranieri della Gazzetta del Sud che lavora dalla zona del soveratese. Mongiardo è ora accusato di violenza privata aggravata dalla modalitĂ  mafiosa nei confronti del giornalista. La figlia del presunto boss, secondo quanto riferito dagli investigatori della squadra mobile di Catanzaro, dopo la conversazione con il padre si sarebbe effettivamente recata da Ranieri per portargli il ‘messaggio’. La vicenda è confluita nell’inchiesta della Dda di Catanzaro che stamane ha portato all’arresto di venti presunti esponenti della cosca Procopio-Mongiardo. Gli investigatori hanno ricostruito quanto è accaduto attraverso intercettazioni ambientali e telefoniche.