Lavoratori bloccano accesso al termovalorizzatore e minacciano di darsi fuoco

GIOIA TAURO (RC) – Non è la prima protesta inscenata dagli ex lavoratori della società Piana Ambiente.

Questa mattina sono tornati davanti il termovalorizzatore di Gioia Tauro, bloccandone l’accesso per chiedere ancora una volta il mantenimento dei livelli occupazionali. La società Piana Ambiente, che si occupava della raccolta dei rifiuti nella Piana di Gioia Tauro e i lavoratori sono tornati a protestare e minacciano di darsi fuoco. Gli operai, che si sono legati una bottiglia di benzina attaccata al collo, chiedono che vengano mantenuti gli impegni per il mantenimento del posto di lavoro.