Confiscati i beni ad un esponente della ‘ndrangheta, il valore è di 250 mila euro

Nel mirino della Guardia di Finanza un esponente della ‘ndrangheta al quale sono stati confiscati beni per un valore di 250 mila euro.

LAMEZIA TERME – Si tratta di un esponente della criminalità locale sul quale pende il provvedimento della magistratura eseguito dalle fiamme gialle, su richiesta del procuratore distrettuale antimafia. Le indagini hanno cosentino di mettere in luce la pericolosità sociale dell’uomo, e la sua appartenenza ad una agguerrita organizzazione ndranghetista dedita al compimento di gravi reati. I proventi di tali attività hanno permesso al soggetto di vivere in modo agiato per anni.

Oggetto della confisca una villa ubicata a Lamezia, nonostante fosse formalmente intestata alla moglie, e un’autovettura. Gli accertamenti dei finanzieri hanno consentito di accertare che i beni confiscati sono di un valore del tutto sproporzionato ed ingiustificato rispetto ai redditi ‘leciti’ dichiarati e dal tenore di vita dell’uomo.