Evasione fiscale per 4 anni, sequestrati beni di una società navale

TROPEA (VV) – Sigilli ad automobili, immobili e conti correnti.

In totale beni per 2 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Vibo Valentia all’amministratore unico di una società di Pizzo Calabro operante nel settore del rimessaggio e della cantieristica navale. I finanzieri hanno recuperato a tassazione, per il periodo 2009-2013, imposte sui redditi per oltre 3 milioni e oltre 200 mila euro di Iva. Il legale rappresentante è stato denunciato per dichiarazione infedele e omessa dichiarazione. I decreti di sequestro preventivo sono stati emessi dal Tribunale di Vibo. L’attività trae origine da una precedente verifica fiscale ai fini delle imposte dirette e dell’Iva a conclusione della quale sono state accertate numerose violazioni di carattere amministrativo e penale. Le indagini hanno portato gli investigatori ad acquisire elementi di prova tali da indurre il gip ad emettere i decreti di sequestro preventivo finalizzati alla confisca anche con formula per equivalente sui beni nella disponibilità dell’indagato.