Si masturba e gira un video con il cellulare, gli amici lo mettono in rete e lei tenta il suicidio

REGGIO CALABRIA – Una storia di bullismo, che è finita con il tentativo di suicidio da parte di una studentessa reggina.

La ragazza per fortuna è stata salvata dopo aver tentato il suicidio in seguito all’indebito utilizzo del proprio cellulare da parte di alcuni coetanei che le hanno fatto uno scherzo che, definire di cattivo gusto, sarebbe riduttivo. Alcuni giovani, conoscenti della ragazza, dopo averla circuita, le avrebbero sottratto il telefonino per visionarne il contenuto. All’interno del cellulare, c’era anche un video in cui la giovane era intenta a masturbarsi con la spazzola. E così i ragazzini, bulli, hanno pensato bene di far girare il video inviandolo agli amici e non solo; lo hanno anche messo in rete. Quando la ragazza ha scoperto tutto, è iniziato per lei un vero incubo che l’ha distrutta psicologicamente. E così ha tentato il suicidio ed ora è sotto osservazione agli Ospedali Riuniti. Gli autori della bravata potrebbero rispondere del reato di diffamazione con l’aggravante di divulgazione di materiale pedo-pornografico. Riguardo al video, trattandosi di minore, è stato prontamente rimosso da ogni canale di ricerca e sottoposto a sequestro da parte degli inquirenti al fine di evitare ulteriori indebiti utilizzi. Gli investigatori sono al lavoro per far luce sulla vicenda.