ASCOLTA RLB LIVE
Search

A Lamezia le iniziative sul superamento del precariato in Calabria

LAMEZIA TERME – Illustrate, ieri, le iniziative dell’Ente rivolte al superamento del precariato in Calabria.

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e l’Assessore al lavoro e formazione Nazareno Salerno hanno presenziato la manifestazione che si è svolta a Lamezia presso l’auditorium della Fondazione Terina (ex centro Agroalimentare) alla presenza di amministratori pubblici e lavoratori. Numerosa anche la partecipazione di consiglieri regionali guidati dal Presidente del Consiglio Francesco Talarico e dei rappresentanti sindacali. “E’ la prima legge regionale in Italia che costituisce un albo-ha esordito Scopelliti-dando continuitĂ  per tre anni e non la solita proroga annuale che vedeva tutti impegnati a chiedere ed a richiedere una chance. Si tratta di tre anni con la certezza dell’opportunitĂ  di una stabilizzazione”.

 

Un’azione concreta, dunque, che offre risposte e prospettive serie ai tanti lavoratori che si trovano da anni in questa situazione. “Dal Governo abbiamo avuto risposte importanti- ha proseguito-grazie al nostro impegno costante ottenendo 50 milioni di euro”. Un punto fermo a favore del raggiungimento di un obiettivo: la stabilizzazione degli oltre settemila precari. “Si tratta di un primo tassello- ha aggiunto Salerno- importante per avviare questo percorso virtuoso. Essere precari non solo significa non avere prospettive per il futuro, ma anche chiedere un prestito in banca di duemila euro e vederselo rifiutato”. Dal Governo nazionale, inoltre, è stato stabilito uno stanziamento di 25 milioni di euro per pagare gli arretrati 2013.

 

Gli articoli– Dall’art. 4 del DL 101/2013, che prevede la possibilitĂ  di assumere solo gli lsu/lpu individuati dai D.lgs 81/2000 e 280/1997, si è giunti alla Legge Regionale 1/2014 che amplia la categoria dei destinatari ricomprendendo anche i lavoratori impegnati in attivitĂ  socialmente utili e di pubblica utilitĂ  di cui alle leggi regionali 15/2008, 28/2008 e 8/2010. Per la L.R. 1/2014 è possibile convertire le risorse finanziarie stanziate come sostegno al reddito in risorse per facilitare le assunzioni.

 

Reclutamento speciale lsu/lpu (DL 101/13 e LR 1/14): previsto dal comma 8 dell’art.4 e dalla L.R.1/2014 consente di assumere senza bandire concorsi o attivare procedure selettive. E’ obbligatorio attingere dall’elenco regionale.

 

Legge di StabilitĂ  2014 comma 207: per il 2014 sono destinati € 50 mln agli enti pubblici della Regione Calabria al fine di stabilizzare, con contratto di lavoro a tempo determinato, i lavoratori impegnati in attivitĂ  socialmente utili, in quelle di pubblica utilitĂ , e i lavoratori di cui all’articolo 7 del D. lgs. 468/97. Per l’anno 2014 tali assunzioni possono essere effettuate in deroga, fermo restando il rispetto del patto di stabilitĂ  interno.