Successo di pubblico al Museo di Reggio per i Bronzi di Riace

REGGIO CALABRIA – In una sola giornata, 1400 paganti.

Un grande successo di pubblico per i Bronzi di Riace esposti nuovamente al pubblico da qualche giorno, all’interno del Museo Nazionale di Reggio Calabria. Nella giornata di sabato, ovvero “Una notte al museo” l’iniziativa lanciata dal ministero per i beni e le attività culturali, i visitatori dei guerrieri sono stati circa 5mila. “Nei giorni scorsi avevo detto che la riapertura del Museo nazionale ha, di fatto sancito, la rinascita di Reggio Calabria. La presenza, di tutti questi visitatori è la testimonianza di quanto Palazzo Piacentini, sede del Museo, sia fondamentale per lo sviluppo della città e di tutta la Calabria”. Ad affermarlo è stato il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti: “E’ necessario investire – aggiunge – ed in questi giorni, attraverso gli spot nazionali, televisivi e radiofonici, stiamo veicolando l’immagine positiva di tutto il nostro territorio. Abbiamo sempre sottolineato l’importanza di questo strumento per lo sviluppo della Calabria, tanto da mettere a disposizione ben cinque milioni di euro per il completamento dei lavori”. “La straordinaria affluenza di visitatori, odierna e dei giorni passati, e la loro soddisfazione nell’ammirare i Bronzi – conclude Scopelliti – confermano la lungimiranza della nostra attività per il rilancio del Museo”.

 

Intanto l’assessore regionale alla cultura, Mario Caligiuri, sta sollecitando le scuole della regione per organizzare gite di istruzione per visitare il Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, dove si possono ammirare le statue dei Bronzi. In collaborazione con la Sovrintendenza Regionale Archeologica dei Beni Culturali e i volontari del Fondo Ambiente per l’Italia, le visite saranno gratuite e con guide a disposizione. Per le prenotazioni, i dirigenti scolastici possono scrivere ad [email protected], precisando nell’oggetto: “Visita al Museo di Reggio Calabria”. Caligiuri ha anche sollecitato il Ministero dell’Istruzione per coinvolgere tutte le scuole italiane per ammirare i due guerrieri di Riace nella loro nuova sede. Da Reggio sara’ possibile visitare tanti altri beni culturali della provincia e della regione. L’Assessore Caligiuri ha dichiarato che “Dopo aver registrato ieri migliaia di presenze per la prima notte al museo, a una settimana dalla riapertura, diventa significativo consentire presto anche agli studenti calabresi e del resto d’Italia di conoscere e apprezzare questi capolavori della cultura universale”.