Stroncato giro di prostituzione, avveniva vicino ad un call center

CROTONE – I carabinieri della compagnia di Crotone hanno identificato una ventina di donne di origine africana dedite alla prostituzione per le vie della città.

L’area in cui le donne esercitavano è quella nei pressi della stazione ferroviaria e precisamente davanti all’ingresso del call center “Abramo Customer Care” i cui dipendenti, nei giorni scorsi, avevano presentato un esposto firmato da 300 persone lamentando la situazione di degrado provocata dal fenomeno della prostituzione a cielo aperto ma anche i comportamenti spesso aggressivi posti in essere dalle africane ai loro stessi danni. I militari della Compagnia, all’alba di oggi, sono quindi intervenuti nel centro storico cittadino dove le donne africane avevano trovato alloggio.

 

Durante i controlli sono state individuate 8 differenti abitazioni presso cui le donne dimoravano e identificate una ventina di extracomunitari, su cui sono in corso accertamenti per stabilirne la lecita presenza sul suolo nazionale. Anche la regolarità dei contratti di locazione relativi alle abitazioni controllate ed occupate e’ attualmente sotto lente. In molti casi, infatti, sono state omesse le previste comunicazioni all’autorita’ di pubblica sicurezza. Al termine del controllo ai proprietari saranno comminate sanzioni amministrative pari a circa 1.000 euro per ogni cittadino straniero ospitato senza averne dichiarato la presenza all’autorita’, inoltre al termine degli accertamenti, i dati dei proprietari verranno comunicati alla Guardia di finanza per i successivi adempimenti di carattere tributario.