Non trova posto in tendopoli, dorme in macchina e muore per il freddo

SAN FERDINANDO (RC) – Un immigrato di nazionalità liberiana, Man Addia, di 31 anni, è morto a causa del freddo a San Ferdinando, nel Reggino.

Addia, giunto nei giorni scorsi a San Ferdinando per lavorare come stagionale come raccoglitore di agrumi, non aveva trovato posto nella tendopoli e si era adattato a dormire in auto. L’uomo si era già sentito male la mercoledì sera ed era stato visitato dai sanitari del 118, che gli avevano praticato un puntura. Ieri mattina l’immigrato ha avuto un nuovo malore. Portato all’ospedale di Gioia Tauro è deceduto. La Procura di Palmi ha aperto un’inchiesta e sul corpo dell’uomo è stata disposta l’autopsia. Per ricordare la morte del giovane, la squadra di Calcio del Coa Bosco di Rosarno, giocherà, in occasione del prossimo impegno casalingo, sabato prossimo, con la fascia nera al braccio in segno di lutto. L’iniziativa ha anche lo scopo di denunciare le condizioni in cui sono costretti a vivere gli immigrati che giungono nella Piana di Gioia Tauro per lavorare come stagionali nella raccolta di agrumi.