Latitante calabrese arrestato in provincia di Roma

ROMA – Gesuele Ventrice, 24 anni, soprannominato Gesù per un tatuaggio che si era fatto incidere su un braccio,  è stato arrestato ieri all’interno di un supermercato nella zona dei Castelli Romani, ad Albano laziale.

Legato alla cosca di ‘ndrangheta dei Bellocco di Rosarno e, in particolare, al pericoloso Francesco Bellocco, Ventrice era ricercato da circa tre anni per aver commesso una serie di rapine ai danni di istituti di credito ed esercizi commerciali della zona di Palmi. Da tempo gli uomini e le donne della squadra mobile di Roma erano sulle sue tracce. Seguendo le abitudini di Roberto Giordano, romano di 30 anni, che era stato individuato come il suo vivandiere, la polizia e’ riuscita ad individuare l’abitazione e nelle mattina di ieri, avuta certezza dell’identita’, lo hanno bloccato mentre era al supermercato con Giordano.