Alcool e rissa in casa, ma bussano i carabinieri

CROTONE – Tre migranti, rispettivamente di nazionalita’ ucraina, romena e kazaka, sono stati arrestati, nel corso della nottata, a Isola Capo Rizzuto, dai carabinieri. 

I tre sarebbero responsabili dei reati di rissa e lesioni personali. I militari sono intervenuti in via Carmine dove al primo piano di un edificio, all’interno di un’abitazione, era in atto una rissa per futili motivi. In particolare giunti all’interno di quest’ultima, i militari shanno sorpreso i tre cittadini stranieri, sanguinanti, e in stato di ebbrezza alcolica, intenti a colpirsi reciprocamente. I militari, sedata la rissa, hanno chiesto l’intervento del personale sanitario della Misericordia di Isola di Capo Rizzuto, cha trasportato i tre al pronto soccorso dell’ospedale civile “San Giovanni di Dio” per le cure del caso dove sono stati giudicati guaribili con prognosi dai 5 ai 30 giorni. Successivamente dimessi, sono stati tutti dichiarati in stato di arresto e, su disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria, trattenuti belle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida. All’interno dell’abitazione semidistrutta, sono stati trovati un coltello da cucina ed un collo di bottiglia rotto, entrambi intrisi di sangue, posti sotto sequestro.