Sottaceti e olive tra topi e sporcizia, sigilli ad azienda alimentare

LAMEZIA TERME – Posta sotto sequestro un’ attivita’ abusiva di produzione di conserve vegetali a Lamezia Terme.

Gli operatori addetti al controllo ufficiale degli alimenti e bevande dell’Asp di Catanzaro, in sinergia con la locale Compagnia Carabinieri di Lamezia Terme, hanno infatti messo fine ad una produzione abusiva di conserve vegetali sottolio e sottaceto che, in dispregio alle piu’ comuni norme di igiene e sicurezza alimentare, sottoponeva a trasformazione prodotti vegetali che poi finivano sulle tavole degli ignari cittadini di Lamezia Terme e del comprensorio. Il locale sede della produzione, che si trova in via Dario Leone in contrada Richetti, era in pessime condizioni di degrado strutturale e con evidenti segni di sporcizia su pavimenti, pareti e piani di lavoro, alcuni semilavorati, in salamoia e non, erano scaduti, alcune materie prime erano collocate all’esterno del manufatto in cattivo stato di conservazione, le lavorazioni non seguivano criteri e processi di igiene alimentare e non e’ stata esibita alcuna documentazione riguardante le procedure di autocontrollo e la provenienza delle materie prime ai fini della rintracciabilita’. In particolare, i Tecnici della Prevenzione del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione di Lamezia Terme e i Carabinieri hanno rinvenuto e posto sotto sequestro 180 fusti di circa 200 kg ciascuno contenenti semilavorati di peperoni, melanzane e olive in salamoia, 11 sacchetti di pane grattugiato di circa 10 kg cadauno e scatole di olive nere provenienti da paesi esteri con etichetta in lingua straniera. Durante la perlustrazione e’ stata rinvenuta anche la presenza di un roditore che girava indisturbato nel locale. I Tecnici della Prevenzione del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione di Lamezia Terme e i Carabinieri hanno posto immediatamente sotto sequestro i locali e i prodotti rinvenuti e hanno denunciato immediatamente il titolare all’autorita’ giudiziaria. “Prosegue a pieno ritmo l’attivita’ volta ai servizi di sicurezza alimentare e di prevenzione delle malattie trasmesse con gli alimenti – ha affermato il dg Gerardo Mancuso – un doveroso ringraziamento anche all’operato del Comandante della locale Stazione dei Carabinieri Fabio Vincelli per la disponibilita’ all’azione congiunta che si spera possa portare in futuro a proficui risultati per la tutela sanitaria della collettivita’. La priorita’ dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro e’ infatti la tutela dei consumatori, obiettivo che raggiungiamo grazie al lavoro costante e quotidiano portato avanti dal Servizio igiene alimenti e nutrizione di Lamezia Terme”.