Dopo le denunce del Consorzio la municipale ferma i bus dell'Amaco, fa scendere gli utenti e li sequestra - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Dopo le denunce del Consorzio la municipale ferma i bus dell’Amaco, fa scendere gli utenti e li sequestra

Avatar

Pubblicato

il

RENDE – Continua la battaglia di Rocco Carlomagno contro la circolare Cosenza – Unical ‘troppo’ veloce ed economica per competere con il Consorzio Autolinee.

L’azienda a colpi di proroghe e rinnovi gestisce in regime di monopolio, da circa quarant’anni, i collegamenti dal capoluogo di provincia all’Università della Calabria. L’accordo siglato tra il sindaco Mario Occhiuto e il primo cittadino d’Oltrecampagnano, Marcello Manna, non è piaciuto al presidente Carlomagno che ha da subito presentato una serie di esposti (in Procura, alla Corte dei Conti, ai carabinieri, alla polizia stradale, alla Regione e ai due Comuni) per bloccare le attività della ‘concorrenza’. Una bagarre tra pubblico e privato che ha portato le due aziende a discutere alla presenza del prefetto Tomao ‘patteggiando’ la riduzione delle corse da parte dell’Amaco. Un compromesso accolto in vista del ‘ricatto’ del Consorzio che per ottenere il depotenziamento del servizio Amaco ha proposto di rinunciare a mettere in mobilità i propri lavoratori.

 

Ieri sera però, nonostante i patti siglati, a seguito dei continui solleciti da parte del Consorzio, la polizia municipale di Rende è intervenuta sequestrando tre mezzi. I passeggeri sono sati costretti ad abbandonare i bus ad Arcavacata nei pressi dell’Unical e raggiungere Cosenza con mezzi alternativi, ovvero le linee del Consorzio. Gli agenti hanno certificato la mancanza dell’autorizzazione a circolare sul territorio rendese che sarebbe dovuta essere certificata nell’allegato A. All’azienda di trasporto pubblica bruzia è stata inoltre comminata una multa pari a 450 euro. Finisce qui il ‘sogno’ di pendolari e studenti di poter fruire ad un prezzo di solo un euro, contro l’euro e sessanta delle corse del Consorzio dei bus per raggiungere Rende. Resta da capire perchè la polizia municipale non abbia tenuto conto degli accordi tra i due sindaci e perchè a Castrolibero ed in Presila nessuno abbia mai protestato per il prolungamento delle corse Amaco. Intanto gli utenti subiscono, in silenzio. 

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza