Crisi del commercio a Cosenza: in centro città ben 35 negozi hanno abbassato le saracinesche

A determinare tutto questo, il cambiamento del tessuto commerciale, la pandemia e la crisi economica degli ultimi anni

COSENZA – Sono ben 35 le saracinesche abbassate nel centro città, e per centro città parliamo di quelle strade nel cuore della di Cosenza, che un tempo erano riconosciute da tutti ad alta densità commerciale. E per saracinesche abbassate sta a significare desertificazione commerciale. Un quadro molto preoccupante che ricalca l’andamento nel resto del Paese. A resistere, anche in questo caso in linea con il trend nazionale, sono le attività di ristorazione, farmacie, parafarmacie e negozi di telefonini.

Non c’è dubbio che ad influire a quella che si può definire una vera e propria moria delle tradizionali attività al dettaglio, che segnano anche la fine di una tradizione che le ha contraddistinte per decenni, perché molte di queste si sono tramandate di padre in figli, il cambiamento del tessuto commerciale, la pandemia e la crisi economica degli ultimi anni. E vedere tutte queste saracinesche abbassate indica anche come la città di Cosenza sia divenuta poco attrattiva, perché ha perso quell’anima che fino a qualche anno fa tutti le riconoscevano, quella commerciale. In aggiunta la chiusura delle attività commerciali di prossimità oltre a comportare la perdita di posti di lavoro e la riduzione dei luoghi di aggregazione, aumenta il senso di degrado.

Un fenomeno che deve essere arginato, magari vedendo intorno allo stesso tavolo amministratori comunali, corpi intermedi e operatori economici insieme, per lavorare a possibili soluzioni come per esempio a strumenti normativi, cercare di individuare incentivi economici alle nuove attività o al rilancio di quelle esistenti. Ma bisogna fare in fretta perché il rischio di vedere altre saracinesche abbassate è serio e concreto.

- Pubblicità Sky-

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Categorie

Correlati

All’Annunziata di Cosenza, attivati 16 nuovi posti letto nel reparto di...

COSENZA – All’Ospedale Civile dell’Annunziata di Cosenza, nel reparto di Ostetricia e Ginecologia, sono stati attivati 16 nuovi posti letto per le patologie benigne...

Statale 107 chiusa tra Cosenza e Rovito per i lavori al...

COSENZA – Buone notizie per i pendolari e per i turisti che in questo periodo cominciano a essere numerosi, i quali percorrono e dovranno...

Cosenza: dopo cinque anni dal crollo di un masso, riapre...

COSENZA -  Portapiana e gran parte del centro storico di Cosenza ritornano ad essere un tutt’uno con il resto della città, grazie alla riapertura...

Cosenza, celebrato il 150mo anniversario del Consiglio dell’Ordine degli avvocati in...

COSENZA -  Anche gli avvocati cosentini hanno celebrato il 150mo anniversario dell’Ordine degli Avvocati, e lo hanno fatto nella sala della Biblioteca del Consiglio...

All’Istituto Comprensivo Spezzano Sila Celico, giornata conclusiva del progetto “Alfabetizzazione Emotiva”

CELICO – "Alfabetizzazione Emotiva", è il progetto svoltosi presso l’Istituto Comprensivo di Spezzano Sila- Celico.  L’incontro conclusivo si è tenuto nell'auditorium di Celico ed...

Rende, Manna: «commissari prefettizi agiscono in base ad un disegno politico»

RENDE – “Dai provvedimenti emessi dai commissari prefettizi, in merito alla revoca del PSC di Rende, traspare una verità che non è una verità”....