“Cricca del vento”, sequestri e sigilli: sotto chiave anche i beni di Adamo

COSENZA – Dal Cosenza calcio alle pale eoliche.

L’inchiesta ‘Eolo’ partendo dalla Cespar di Nucaro ha portato a scardinare un sistema clientelare fatto di mazzette, politica, consulenze fittizie e denaro pubblico scivolato nelle tasche di amici ed amici degli amici. Un milione e settecentomila euro sono stati recuperati ieri grazie al sequestro di beni mobili ed immobili ai danni del consigliere regionale del PD Nicola Adamo; dell’ex dirigente del dipartimento economia della Regione Calabria, Carmelo Misiti; di Mario Lo Po,  Giancarlo D’Agni, Roberto Baldetti, Giampietro Rossetti, Stefano Granella, le società Sogefil e Piloma. Negli uffici della Regione secondo la Procura di Catanzaro Adamo, insieme al collaboratore D’Agni, all’ex presidente del Cosenza Nucaro e agli imprenditori Baldetti, Granella e Rossetti avrebbero stretto un ‘patto d’acciaio’. La Regione avrebbe adottato le linee guida in materia di energia eolica permettendo così agli imprenditori di agire liberamente nel mercato accaparrandosi un appalto da 120 milioni di euro. La moneta di scambio: una tangente da due milioni e quattrocentomila euro. Circa ottocentomila euro versati sull’unghia, fatturando fittizie consulenze a società ad hoc in cui il fedele D’Agni appariva come socio: la Saigese e la Piloma.

 

Al parco eolico Pitagora di Isola Capo Rizzuto, frutto dell’accordo segreto ai danni dei contribuenti, sono stati così apposti ieri i sigilli dalla Digos su ordine del gip Livio Sabatini. Il numero due di Loiero, Nicola Adamo, è stato presumibilmente smascherato dalle accuse rivoltegli dal super-teste Nucaro secondo il quale il consigliere del PD sarebbe il vero burattinaio dell’organizzazione criminale volta a drenare i fondi pubblici destinati alle energie rinnovabili. Ma siamo in campagna elettorale. La moglie del consigliere, Enza Bruno Bossio, è la candidata leader del PD cosentino. Adamo non perde l’occasione per puntare il dito contro la politica: “non credo – ha affermato stamane durante un incontro con la stampa – alla cosiddetta giustizia ad orologeria, ma è una coincidenza che il provvedimento mi venga notificato a due giorni dal voto? Io sono sicuro, non ho mai preso una lira fuori posto”. Ancora una volta il Cosenza calcio stupisce. Questa volta non in campo da gioco ma in campo giudiziario. Chi avrebbe mai potuto pensare che un’intimidazione a mano armata in superstrada al vecchio patron della squadra rossoblù Intrieri potesse portare a sgominare una vera e propria “cricca del vento”?

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

una foto di scena dello spettacolo centro salute mentale montalto

A Cosenza lo spettacolo dei pazienti del Centro diurno di salute mentale di Montalto

COSENZA - Il teatro e la danza dispiegano la loro forza terapeutica. Un piccolo miracolo accaduto grazie al progetto, le cui origini risalgono a...
Consorzio-Olio-Igp-Calabria

Il ruolo dell’olio nella lotta ai tumori. Il Consorzio Olio di Calabria Igp discute...

VERONA - L'appuntamento è a Verona, nel corso di uno dei Vinitaly più atteso di sempre. Domenica, 14 aprile, alle 15, nel padiglione della...

Sport sociale, diritti e pace: a Saracena i primi 40 anni di Vivicittà

SARACENA (CS) - Vivicittà compie 40 anni (era il primo aprile 1984), la manifestazione podistica organizzata dall'Uisp che ha attraversato la storia del Paese...
viali cosenza palermo sala stampa 01

Viali «risultato ottimo per come é arrivato. Dopo il pari abbiamo provato a vincere»

COSENZA - Una vittoria che sembra ormai una chimera e che manca dalla fine di gennaio per il Cosenza, reduce dall'ennesimo pareggio contro il...
Gennaro Tutino Cosenza Palermo

Ci pensa il solito Tutino, ma la vittoria non arriva. Cosenza-Palermo finisce 1 a...

COSENZA - Serviva un successo al Cosenza per rispondere alla pesante vittoria della Ternana a Cremona e cercare di allontanarsi dalla zona rossa di...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, per la strage di Via Popilia in appello confermati due...

La Corte d’Assise d’Appello ha parzialmente riformato la sentenza della Corte di Assise ai presunti autori del duplice omicidio Tucci-Chiodo

Cosenza, all’Annunziata l’obesità “si cura” con i robot

Il commissario Filippelli: "Da PNRR forte aggiornamento tecnologico per l'Azienda sanitaria"

Baby rapinatori, minorenne affidato a comunità

Assicurato alla giustizia l'ultimo componente del gruppo di minorenni, accusati di rapina, violenza e lesioni

Deteneva 15 cani in pessime condizioni, denunciata

Cani tenuti in pessime condizioni e alcuni anche malati. I carabinieri hanno denunciato una donna e sequestrato gli animali

“Povero Parco Robinson, come sei ridotto. Le ultime paperelle agonizzanti in...

La Federazione Riformista di Rende all'attacco sulla situazione di degrado in cui versa soprattutto il laghetto del Parco Robinson

Città unica Cosenza-Rende-Montalto: Strazzulli (FdI) “va realizzata al più presto”

"I passaggi importanti sono: un referendum consultivo, delibere dei consigli comunali e una legge che prepari a questa procedura"