Occhiuto e la 'caccia al tesoro' di Alarico: "lo facciamo per la nostra città" (AUDIO INTERVISTA) - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Occhiuto e la ‘caccia al tesoro’ di Alarico: “lo facciamo per la nostra città” (AUDIO INTERVISTA)

Avatar

Pubblicato

il

Il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto ne è convinto: “Questa è storia e molti storici, archeologi e studiosi di fama mondiali ci hanno contattato dichiarando disponibilità a collaborare”.

COSENZA – Georadar, droni e apparecchiature sofisticate e ovviamente non invasive, per un primo intervento alla ricerca del tesoro di Alarico, re dei Goti. Ieri sono iniziate le ricerche attraverso tecniche molto efficaci per radiografare dalla superficie gli strati di terreno sottostanti, cosa che nel passato era impossibile. E a quanti sono scettici e credono che tutto questo lavoro sia inutile risponde con fermezza: “Ci sono molti indizi di carattere storico e geografico da cui partire. Quasi nessuno fra gli storici mette in discussione la possibilità concreta del ritrovamento della tomba di Alarico. La storia del Tesoro di Alarico – scrive il sindaco sulla sua pagina Facebook – è molto più suggestiva di quella per esempio del mostro di Loch Ness, ed è molto più presente e richiamata nei testi storici internazionali del passato e in quelli letterari. Loch Ness è una pura invenzione delle autorità del Regno Unito ai fini del rilancio turistico dei luoghi. Il mostro, nonostante varie campagne di ricerca con fondi statali, non è mai stato neanche avvistato; eppure il richiamo turistico ha funzionato tantissimo e creato enorme profitto per tutta la zona interessata”.

Questa mattina il primo cittadino di Cosenza, Mario Occhiuto ha ribadito l’importanza di questa attività di ricerca ai microfoni di Rlb Radioattiva.

ASCOLTA L’INTERVISTA
[audio_mp3 url=”http://www.quicosenza.it/news/wp-content/uploads/2015/11/Mario-Occhiuto-su-ricerca-tesoro-alarico.mp3″]

sindaco alarico

Certamente questa scoperta, se andrà a buon fine, assicurerà l’arrivo di tanti turisti creerà ricchezza per il territorio e possibilità di concreto recupero degli edifici privati ora a rischio crollo ed ovviamente, ha spiegato ancora il sindaco “la città si attrezzerà per accogliergli. Noi abbiamo già strutturato punti informativi per i turisti, percorsi a tema, materiale divulgativo, pullman ScopriCosenza; e possediamo grandi attrattori culturali importanti ai fini turistici (Castello, BoCS art, Corso Mazzini con il MAB, Complessi monumentali di San Domenico e Sant’Agostino, Musei vari, etc). E fra poco avremo a disposizione altre eccezionali opere di architettura contemporanea quali il Ponte di Calatrava, il Museo di Alarico alla confluenza, il Planetario e la Piazza Museo Bilotti”.

“La città ora è (quasi) pronta per il grande salto di qualità! Abbiamo messo in campo la più grande opera di promozione turistica e di marketing del territorio mai intrapresa a livello regionale (e senza alcun costo). Ripresa e seguita dai più grandi media internazionali. Per il potenziale di presa sui Media avremmo potuto realizzare tutto ciò già dagli anni ’80, così come ha fatto la Thacher per il mostro di Loch Ness al fine del rilancio turistico della Scozia. Ma non è mai troppo tardi”.

Cosenza

Cosenza: “Librincomune”, presentato “Quando c’era la politica” di Filippo Veltri

Filippo Veltri, nel suo libro scrive di una necessità di ritornare alla politica e questo può avvenire se c’è una partecipazione attiva

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “Quando c’era la politica”, è il libro presentato nell’ambito dell’ormai consueto appuntamento “Librincomune”, iniziativa promossa dall’amministrazione comunale bruzia. Nel libro, scritto da Filippo Veltri, giornalista, profondo conoscitore della politica calabrese, ed ex responsabile di Ansa Calabria, si parla di una necessità di ritornare alla politica e questo può avvenire se c’è una partecipazione attiva.

Ma c’è di più, soprattutto per quanto riguarda la Calabria, perché nel libro sono svariati gli esempi di una mancanza del senso della politica, uno su tutti, quando Veltri parla di voti congelati e scongelati, vale a dire, “ogni cinque anni si scongelano i voti a prescindere dalle appartenenze, dalle ideologie e dagli schieramenti politici e vengono utilizzati per premiare il parente, il congiunto del politico di turno. Per questo non possiamo lamentarci – conclude Veltri – se dilaga il populismo in politica”.

Continua a leggere

Cosenza

Al via le celebrazioni per il 210° anniversario della Camera di Commercio

Il Presidente Klaus Algieri riceve dalle mani del Prefetto il Decreto a firma Draghi e Mattarella che riconosce ufficialmente lo Stemma storico dell’Ente del 1812

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Nella Sala “Petraglia” della Camera di Commercio di Cosenza, si sono svolte le celebrazioni dei 210 anni dell’Ente camerale, nel corso del primo Consiglio del 2022. Un Consiglio tenutosi in forma aperta, dove oltre al Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, hanno partecipato numerosi rappresentati istituzionali comunali, provinciali e regionali. In rappresentanza del Cerimoniale di Stato e per le onorificenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Capo Ufficio Vicario, Enrico Passaro, e lo Storico Araldista, Rita Raffaella Russo. il Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, ha consegnato poi ufficialmente al Presidente Klaus Algieri lo Stemma e il Gonfalone raffiguranti l’emblema storico della Camera di Commercio di Cosenza, concessi con Decreto del Presidente della Repubblica del 22 aprile 2021. Con l’occasione è stata scoperta la targa dei Presidenti della Camera di Commercio ed è stato sottoscritto il protocollo tra il presidente dell’Ente camerale Klaus Algieri e il Presidente del Tribunale di Cosenza, Maria Luisa Mingrone, in materia di Risoluzione alternativa delle controversie.

Continua a leggere

Cosenza

Rimossi gli spartitraffico in Piazza Bilotti. Caruso: “Strada percorribile e senza ingorgo”

Caruso: “Ripristinare in questa zona il senso unico non significa, incrementare l’uso delle auto, bensì evitare quell’ ingorgo costante che si creava con la circolazione a doppio senso “

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Proseguono i provvedimenti dell’amministrazione comunale di Cosenza in materia di viabilità. Infatti dopo la dopo la regolamentazione della ZTL di via Piave e via Isonzo e dopo la riapertura di via Roma, con la rimozione degli spartitraffico in Piazza Bilotti, si ritorna al senso unico di circolazione. Con questa ulteriore decisione, il piano di viabilità previsto dall’amministrazione comunale del sindaco Caruso, comincia a prender ulteriormente forma. “Questo provvedimento ha dato risposte adeguate alle necessità dei cittadini”. Ha dichiarato il sindaco. “Siamo stati eletti per questo motivo ed è quello che faremo, dando concretezza agli impegni assunti, che per quanto mi riguarda non rimarranno mai inevasi. Il nostro obiettivo sulla viabilità è quello di ritornare alla normalità di strade percorribili e sicure, senza rinunciare alla sostenibilità. Ripristinare in questa zona il senso unico non significa, infatti, incrementare l’uso delle auto, bensì evitare quell’ ingorgo costante che si creava con la circolazione a doppio senso e che provocava inquinamento acustico ed ambientale. Questa è la circolazione che dobbiamo creare in tutta la città per cui bisogna ora procedere con gli altri interventi già in cantiere ed attuare un serio Piano urbano del traffico”.

Continua a leggere

Di tendenza