Codacons Cosenza segnala all'anticorruzione il Presidente Spirlì - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

Codacons Cosenza segnala all’anticorruzione il Presidente Spirlì

Avatar

Pubblicato

il

In seguito a una segnalazione di illegittimità sulla nomina di Francesco Viscomi a Direttore generale dell’Autorità Idrica Calabria, l’associazione chiede l’apertura di una indagine

 

COSENZA – L’associazione Codacons Cosenza, rappresenta dall’avvocato Pierpaolo Rodighiero, in una nota “segnala all’anticorruzione la lettera del Presidente della Regione Calabria f.f. Nino Spirli, sulla nomina dell’Ingegnere Francesco Viscomi a Direttore generale dell’Autorità Idrica Calabria e chiede l’apertura di una indagine“.

Una segnalazione su una “nomina irregolare”

Tutto nasce da una segnalazione che l’avvocato Rodighiero dichiara di aver aver ricevuto “presso la cassetta postale dell’Associazione Codacons di Cosenza” in “una busta chiusa anonima con all’interno” una “nota del 18.01.2021 asseritamente a firma di tale Dott. Prof. Ing. Fernando Bafaro, contenente denuncia di gravissime irregolarità riguardo : ‘Avviso per la formazione di un elenco di candidati idonei alla nomina di Direttore Generale dell’Autorità Idrica della Calabria. Richiesta di annullamento della procedura di nomina del Direttore Generale’, con nota di acquisizione del 28.01.2021 da parte del Dipartimento Tutela dell’Ambiente della Regione Calabria”.

Il Codacons Cosenza allega la nota di denuncia che è possibile leggere per intero.

“Ebbene, hanno destato meraviglia ed allarme le affermazioni di tale Dott. Prof. Ing. Fernando Bafaro che, se rispondessero a verità, dovrebbero avere immediatamente un intervento inibitorio da parte delle Autorità in indirizzo”, chiosa il Codacons

“Non è dato sapere quali siano state le motivazioni che hanno indotto il presidente della giunta regionale a mantenere un simile atteggiamento, – prosegue il Codacons – aggravato sia dal fatto che nello stesso giorno in cui comunica l’individuazione del dott. Francesco Viscomi, incontra lo stesso” “come nuovo Dg dell’autorita idrica della calabria”, “come riporta stampa della Giunta Regionale sul portale agenzia calabria notizie, sia perchè non ha tenuto conto della richiesta del sottoscritto ricevuta in data 03/12/2020, e in conseguenza di ciò avere dei dubbi sull’intera vicenda, considerato che ne era interessato in prima persona.”

Il Codacons Cosenza si dichiara “allarmato, tra l’altro, per le ripercussioni potenziali in danno dei cittadini, che dalla nota sopra citata, si paventano in capo al Presidente f.f. della Regione Calabria dr. Nino Spirlì, una serie di condotte omissive e/o commissive, che devono essere accertate per confermare, tra l’altro, credibilità e legittimità della massima carica istituzionale calabrese”.

“Da quanto esposto, gli enti e le autorità destinatarie della presente, devono accertare la veridicità dei fatti e circostanze denunciate nella predetta nota recapitata – da tale dott. prof. ing. Fernando Bafaro – e, nel caso, inibire gli atti prodromici e conseguenziali agli atti assunti illegittimi. È evidente che, nel caso di specie, – conclude Codacons Cosenza – tale nota pervenuta costituisce notizia criminis, abilitante ex officio, all’apertura di autonomo fascicolo di indagine”.

Calabria

Ristoranti Family Friendly: la prima guida con oltre 300 locali, 15 in Calabria

Il progetto nasce con l’obiettivo di incoraggiare le famiglie con figli ad avere uno strumento utile per conoscere la ristorazione con servizi e attenzioni verso le famiglie

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Nasce in Italia la prima guida ai Ristoranti ‘Family Friendly’. Nella pubblicazione, realizzata da Moige – Movimento italiano genitori e dall’Associazione Dipartimento Solidarietà Emergenze – Federazione Italiana Cuochi (Fic), sono più di 300 i locali mappati su tutto il territorio nazionale. L’iniziativa è sostenuta dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia con il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi.

Il progetto nasce con l’obiettivo di incoraggiare le famiglie con figli ad avere uno strumento utile per conoscere la ristorazione con servizi e attenzioni verso le famiglie. La selezione degli oltre 300 ristoranti Family Friendly è avvenuta – informa una nota – tramite l’indagine di un team di ispettori della qualità che hanno verificato in forma anonima il rispetto di cinque criteri di valutazione: accoglienza, servizio in sala, servizio toilette, intrattenimento e l’offerta di menù dedicati con prezzi family.

300 locali in tutta Italia

I ristoranti presenti nella guida saranno riconoscibili anche grazie ad una apposita vetrofania sulla porta del ristorante e al logo della guida sul web del locale. La classifica per regione vede al primo posto per i Ristoranti ‘Family Friendly’ il Lazio con 33 locali, segue il Friuli Venezia Giulia con 25 e l’Emilia Romagna con 24. Subito dopo la Lombardia con 23, la Basilicata con 22 e la Sicilia con 19 e la Puglia con 17. Nel Veneto risultano esserci 16 locali, in Calabria, 15 e in Toscana, 15. Piemonte e Sardegna e Trentino hanno rispettivamente 14 esercizi, Liguria, 12, Abruzzo, 12 e Umbria, 11. Chiudono la classifica la Campania e le Marche, ognuna con 9 e il Molise la Valle d’Aosta, rispettivamente con 6.

La guida Ristoranti ‘Family Friendly’ è disponibile in formato cartaceo, sul sito web www.ristorantifamilyfriendly.it e tramite App Ristoranti Family Friendly.

Continua a leggere

Calabria

Ferrovie della Calabria a Milano, la rivoluzione dell’idrogeno nel trasporto ferroviario

Ferrovie della Calabria ha presentato uno dei più importanti progetti per la produzione del “combustibile ecologico” ed il suo utilizzo nel trasporto, tra i primi dopo quello di FNM, sul territorio italiano

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MILANO – “Nelle intenzioni di Ferrovie della Calabria quella di alimentare ad idrogeno, entro il 2026, sulla base anche delle risorse stanziate nel PNRR, parte dei propri treni e autobus nell’ambito del necessario rinnovo del parco rotabile. Con la determinante collaborazione dell’Unical ed in particolare con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale – DIMEG si è intrapresa una attività di ricerca sullo studio di fattibilità per la realizzazione di una centrale di produzione di idrogeno green da realizzare su un sito della Società”. E’ quanto ha dichiarato l’amministratore unico di FdC, Aristide Vercillo Martino nel corso del convegno a Milano organizzato da ASSTRA su “La rivoluzione dell’idrogeno nel trasporto ferroviario”, nell’ambito delle iniziative relative all’anno Europeo delle Ferrovie.

All’iniziativa anche il presidente ASSTRA, Andrea Gibelli, i principali stakeholder del settore e rappresentanti autorevoli del MIMS. Presentato il progetto delle Ferrovie calabresi insieme ai progetti di FNM, e di altre due Ferrovie regionali, che vedono l’idrogeno, nell’ambito della transizione ecologica avviata come vettore energetico, capace di innescare un cambiamento dell’economia nazionale e locale. Un progetto che contiene soluzioni scalabili ed economicamente sostenibili con ricadute che da Ferrovie dello Calabria srl investiranno inevitabilmente il territorio. Intanto, sono in corso da mesi incontri con i maggiori attori del settore energetico interessati al progetto di sperimentazione di FdC, tra i quali si individueranno nei prossimi mesi i partner con i quali portare a compimento lo stesso.

 

Continua a leggere

Calabria

Migranti: recuperate 240 persone, erano su un barcone al largo in difficoltà

L’allarme era stato lanciato da Alarm Phone: “Siamo sollevati che le persone che erano in mare da diversi giorni siano state finalmente salvate dal Guardia costiera. Saranno portate in Italia”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

REGGIO CALABRIA – Sono stati soccorsi e messi in salvo i 240 migranti che si trovavano al largo della costa orientale calabrese su un motopeschereccio in difficoltà a causa del mare mosso e di una tempesta. Le persone sono state trasbordate e condotte nei porti di Roccella Ionica e Crotone. L’operazione, coordinata dalla Prefettura di Reggio Calabria, é stata condotta da alcune motovedette della Guardia costiera reggina e da un pattugliatore romeno che si trovava nella zona nell’ambito dell’operazione “Frontex”. Per 160 migranti é stato disposto il trasferimento a bordo del pattugliatore romeno nel porto di Crotone, mentre gli altri 80 sono stati condotti a Roccella Ionica.

Continua a leggere

Di tendenza