Inedito Mario. Il ricordo del cantore cosentino, anima e voce della città - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social
Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Aveva 77 anni quando ad aprile di due anni e mezzo fa il suo cuore ha smesso di battere. Quel cuore pieno di amore per la musica, la sua città, la sua famiglia e i suoi figli. Da “Zia Teresina” a “Buonanotte Cosenza” Mario Gualtieri ha rappresentato l’anima della canzone cosentina. Maximiliano e Nadia e la nipote Desiree, ma anche Don Backy e Marco Cozza raccontano, commossi, l’indimenticabile Mario, uno dei più famosi interpreti della canzone folk calabrese. I suoi concerti hanno riscosso un enorme successo fra i nostri connazionali all’estero e le sue canzoni sono conosciute e cantante praticamente da tutti. Da “Zia Teresina” a “Buonanotte Cosenza”, cantata anche dal grandissimo Claudio Villa e dai lui interpretata. Dall’indimenticabile “Magico Cosenza”, l’inno più amato dai tifosi rossoblu, al commovente “Ciao Fausto”, brano che omaggiava il ciclista Fausto Coppi fino alla più conosciuta di tutti… “A sigaretta” che ne ha fatto un simbolo di cosentinità.

Oggi ala città conserva un ricordo indelebile di Mario Gualtieri con un grande murales a lui dedicato nel quartiere Casali, nel quale è ritratto mentre canta una delle sue tante canzoni e sullo sfondo la sua Cosenza al tramonto alla quale sembra augurare la “Buonanotte…”.

Cosenza

Presentata la 40ma edizione della Sagra dell’uva e del vino di Donnici

Il clou della manifestazione si terrà nel borgo antico di Donnici dal 7 al 9 ottobre, mentre dal 4 al 6 ottobre, nel centro città, si svolgeranno una serie di iniziative sempre legate alla Sagra

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – E’stato presentato presso il salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, il programma della 40ma edizione della “Sagra dell’uva e del vino” che si svolgerà dal 4 al 9 ottobre prossimi. Il clou della manifestazione si terrà nel borgo antico di Donnici dal 7 al 9 ottobre, mentre dal 4 al 6 ottobre, nel centro città, si svolgeranno una serie di iniziative sempre legate alla Sagra, al fine di un maggiore coinvolgimento della comunità cosentina e dei ristoratori che saranno invitati ad inserire nei loro menu e a far degustare i vini che vengono prodotti nel territorio di Donnici. “Una quarantesima edizione della Sagra dell’uva e del vino – ha sottolineato il sindaco Franz Caruso – particolarmente voluta dall’amministrazione comunale di Cosenza, nonostante le ristrettezze economiche per i fatti ormai noti, per dare continuità ad una storia, ad una tradizione che promuove il territorio ed i suoi prodotti migliori”.

Continua a leggere

Cosenza

Scarcerazione Manna. Gallucci: “notizia che rende giustizia all’avvocatura”

Il presidente dell’Ordine degli avvocati di Cosenza, Vittorio Gallucci, ha espresso soddisfazione per la notizia che rende giustizia alla professionalità del collega e all’avvocatura

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – La notizia  della scarcerazione e di tutti gli indizi di colpevolezza venuti meno a carico del noto penalista cosentino, l’avvocato Marcello Manna che è anche sindaco di Rende, coinvolto nell’operazione Reset ha fatto immediatamente il giro del Tribunale di Cosenza. Una notizia accolta positivamente dai colleghi dell’avvocato Manna e non sono neanche mancati i commenti di qualcuno sul modus operandi della Dda di Catanzaro. Soddisfazione ha espresso il presidente dell’Ordine degli avvocati cosentini, l’avvocato Vittorio Gallucci.Una notizia che rende giustizia alla professionalità del collega – è stato il suo commento – e all’avvocatura, una categoria che si distingue perché opera nell’onestà e nel pieno rispetto della legge“.

Continua a leggere

Cosenza

Graziano (Asp Cosenza): “Oggi l’Asp è un’azienda sana, dotata di un bilancio di previsione”

Durante il riordino delle varie documentazioni contabili sono emersi anche 56 milioni di debiti fittizi risalenti addirittura dal 1967 al 2004

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “L’Asp di Cosenza, finalmente dopo tanti anni si è dotata di un bilancio di previsione”. A dirlo è il commissario dell’azienda Sanitaria provinciale Antonio Graziano, in una conferenza stampa convocata per relazionare sul lavoro sin qui svolto nei primi 100 giorni dal suo insediamento. “Sono stati eliminati 56 milioni di debiti fittizi che risalivano addirittura dal 1967 al 2004 e sono stati eliminati anche 48 milioni di euro di crediti fittizi che non potevano mai essere riscossi. Ed inoltre – prosegue sempre Graziano – entro la fine di quest’anno arriveremo a ben 450 assunzioni  tra Oss, medici, fisioterapisti  ed altre figure professionali” . Insomma, dalle carte del Commissario Graziano e il riordino eseguito tra debiti e crediti è emerso un dato: l’Asp di Cosenza è una azienda addirittura in attivo. Sul contenzioso, c’è un fondo rischi che era stato stimato dall’Ufficio legale in 280 milioni di euro, dove figurava anche quella famosa fattura di 79 mila euro che nel frattempo, non si sa come era diventata di 79 milioni di euro. “Adesso – spiega Graziano – abbiamo un fondo rischi complessivo di 80 milioni di euro che riusciamo comunque a eliminare con le partite creditorie in corso. Quanto è emerso oggi si poteva ottenere anche prima ma evidentemente il lavoro svolto nel passato, non è stato eseguito per come doveva esser fatto”.

Continua a leggere

Di tendenza