"Io resto qua!" film girato tra Cosenza e Belvedere al New York Flash Film Festival - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

“Io resto qua!” film girato tra Cosenza e Belvedere al New York Flash Film Festival

Avatar

Pubblicato

il

Il film “Io resto qua!” del regista catanzarese Gianluca Sia approda alla finale del New York Flash Film Festival, ancora in corso di svolgimento

 

 

COSENZA – “Io resto qua!” è il titolo del film prodotto e girato in Calabria, tra Cosenza e Belvedere Marittimo, che sta facendo parlare molto di sé nei festival cinematografici che, in tempo di pandemia, si stanno svolgendo sulle piattaforme on line. Un lungometraggio diretto dal regista catanzarese Gianluca Sia, che ha abitato per lungo tempo a Cosenza durante i suoi studi all’Università della Calabria dove si è laureato al Dams e dove ha conseguito la laurea magistrale in linguaggi dello spettacolo, del cinema e dei media. Il film, la cui gestazione risale al 2016 (l’idea iniziale doveva essere quella di un corto, ma il soggetto, scritto dallo stesso Gianluca Sia, si dilatò sino a diventare un lungometraggio) racconta la storia di una ragazza, Erika Serrasi, che scopre improvvisamente di avere un cancro. In realtà, il plot iniziale è il pretesto per interrogarsi sul senso della vita, provare a dare delle risposte e stimolare altre riflessioni su ulteriori temi, oltre alla prevenzione oncologica, come il lavoro e l’emigrazione. Nelle parole del regista, “Io resto qua” è un film incentrato sull’unicità dell’umanità. Una volta ultimato, nella scorsa estate il film è stato iscritto a diversi festival e nel corso del mese di dicembre dell’anno appena terminato è stato selezionato in ben 3 importanti vetrine cinematografiche: dapprima è stato in concorso e distribuito per una settimana su una piattaforma creata ad hoc al 74°Festival del Cinema Internazionale di Salerno (secondo Festival più antico di Italia) dove ha riscosso un incredibile successo di pubblico. Pochi giorni dopo, Gianluca Sia ha vinto il premio come miglior regista al “Vesuvius International Film Festival”. Ma il riconoscimento più significativo è venuto dall’essere approdato alla finale del New York Flash Film Festival, ancora in corso di svolgimento.

Il film di Gianluca Sia è interpretato da un cast di attori professionisti e non, la maggior parte dei quali tutti calabresi e cosentini. Erika, la protagonista, ha il volto di Stefania Mangia. Tra gli altri interpreti, Pino Torcasio, Patrizia La Fonte, Andrea Marozzo e Marco Tiesi. La colonna sonora originale è di Ivan Ritrovato. Il leitmotiv del film è una canzone, scritta per l’occasione dal regista Gianluca Sia, affidata allo stesso Ivan Ritrovato. Direttore della fotografia è Mauro Nigro. Per la tematica oncologica affrontata, il trailer del film, nell’estate del 2016, fu adottato da numerosi convegni medico- scientifici contribuendo a far vincere al regista Gianluca Sia un importante riconoscimento alla terza edizione del “Women for Women against violence” di Roma, nel 2017.

Il sindaco Occhiuto si è congratulato con il regista Sia e con tutti coloro che hanno concorso alla realizzazione del film, in parte girato nella città di Cosenza, per il traguardo raggiunto “che testimonia – ha detto Occhiuto – che quando si lavora con tenacia, impegno e passione, anche a costo di sacrifici economici, in quanto “Io resto qua!” è stato quasi completamente autofinanziato, nessun obiettivo è precluso. E’ quello del film di Sia – ha aggiunto il sindaco – un caso di cinema indipendente che, con la forza del suo messaggio, che denota un senso profondo di attaccamento alla terra di Calabria, può affermarsi ben oltre i confini provinciali e regionali, aspirando legittimamente, come è poi avvenuto, a distinguersi anche in ambito internazionale. Siamo, pertanto, grati all’Associazione “Calistrica International” e al produttore, avv. Santo Spadafora, che ha creduto fortemente nel progetto intuendone le forti potenzialità, anche per le importanti ricadute che potrà avere sul piano della diffusione dell’immagine della città. Un grazie anche al regista Gianluca Sia e alla Presidente dell’Associazione “Senologia e Vita”, Marisa Giglio, che per le tematiche trattate dal film ha sposato in pieno l’iniziativa. Attendiamo tutti – ha concluso Occhiuto – di poter vedere il film in sala, quando si tornerà, speriamo presto, alla normalità. La città di Cosenza sarà lieta di ospitare l’anteprima del film in presenza”.

Cosenza

De Cicco: “lavoriamo senza sosta per ripulire Cosenza. Dateci una mano, differenziate”

L’assessore De Cicco elogia anche l’importante lavoro che quotidianamente svolgono i circa 470 dipendenti delle cooperative sociali

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – L’assessore del Comune di Cosenza, Francesco De Cicco, con delega alla Manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e delle reti idriche e fognarie , Decoro urbano , Pulizia, Rapporti con la Società incaricata della raccolta dei rifiuti e dello spazzamento, Pubblica illuminazione e Segnaletica Stradale, a due mesi dall’insediamento della Giunta comunale con sindaco Franz Caruso, si ritiene soddisfatto per il lavoro sin qui svolto. Un risultato raggiunto anche grazie al prezioso contributo  degli operatori di Ecologia Oggi e all’apporto dei circa 470 operai delle cooperative sociali che operano sul territorio di tutta la città, “indistintamente- sottolinea l’assessore De Cicco – per l’opera di pulizia e spazzamento in  tutti i quartieri , da quelli del centro città fino ai più periferici”.

“Ogni cooperativa, come avvenuto circa tre anni fa, con uno specifico bando di gara,  ha un compito ben preciso – spiega ancora De Cicco  – dal verde, allo spazzamento, alla raccolta dei rifiuti. Un lavoro ineccepibile il loro, – sottolinea – perché con tante difficoltà ed un salario minimo  che percepiscono , riescono a fornire un ottimo servizio. Si può fare di più e molto di più ma c’è bisogno anche di fondi. Dopo due mesi è migliorato tutto anche il problema idrico. Poi l’appello ai cittadini “dateci una mano a far diventare Cosenza la città più pulita della Calabria. Questo è l’obiettivo che mi sono posto ion campagna elettorale Non abbandonate i rifiuti e fate la differenziata“.

Continua a leggere

Cosenza

Per due giorni il Liceo Classico “Telesio” si trasforma in hub vaccinale

“Anche il nostro istituto – ha affermato la professoressa Maria Francesca Tiesi, una delle dirigenti del Liceo Classico “Telesio” – è sceso in campo per offrire questa importante opportunità, quale quella delle vaccinazioni”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Oggi e domani al Liceo Classico “Bernardino Telesio” si svolge l’Open vax school days. L’istituto scolastico cosentino, rientra in una delle scuole della Calabria, individuate dall’assessorato all’Istruzione della Regione, per la inoculazione del vaccino a tutti i bambini calabresi dai 5 agli 11 anni. Questa attività rientra nelle iniziative promosse dalla regione Calabria, per accelerare le vaccinazioni alla popolazione studentesca. “I risultati delle prime due giornate, come aveva dichiarato qualche giorno fa Giusi Princi, vicepresidente con delega all’Istruzione , non solo avevano  rispettato le attese, ma avevano  creato quell’effetto di entusiasmo nelle famiglie e nelle Comunità che si voleva creare.

Continua a leggere

Cosenza

No Vax: Asp Cosenza avvia la procedura di sospensione per oltre 20 dipendenti

Il direttore amministrativo dell’Asp di Cosenza, Francesco Marchitelli, ha spiegato che la sospensione riguarda sia personale sanitario che amministrativo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZa – L’Azienda sanitaria provinciale cosentina ha avviato la procedura di sospensione nei confronti di oltre 20 dipendenti tra sanitari ed amministrativi, perché non ancora in regola con il vaccino antiCovid. Tra di loro ci sono 3 dirigenti medici, un tecnico di laboratorio, 3 infermieri, un tecnico di radiologia, un medico di medicina generale e sei amministrativi che risultano però sospesi  già dallo scorso mese di ottobre.

Tra questi però, figurano anche 6 dipendenti che nel frattempo, dopo il richiamo ufficiale da parte dell’Azienda hanno deciso di adeguarsi alla normativa vaccinandosi. Un problema quello dei No vax che purtroppo rappresenta ancora oggi, un numero importante di persone reticenti al vaccino anticovid e che coinvolge in modo particolare il mondo del lavoro e della pubblica amministrazione.

I vertici aziendali, stiamo parlando naturalmente in questo caso sempre dell’Asp di Cosenza, come ha spiegato il direttore amministrativo Francesco Marchitelli com’è giusto che sia, stanno adottando i dovuti provvedimenti, applicando la giusta procedura prevista in questi casi.

Continua a leggere

Di tendenza