MyART Film Festival 2019, vince "Dialogue" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

MyART Film Festival 2019, vince “Dialogue”

Avatar

Pubblicato

il

Assegnati il premio Sprar al documentario “Dialogue” e il premio Migrantes al cortometraggio “The role”. Menzione speciale per il docu “We are not togheter”  e il corto “Song Sparrow” della giuria del  festival dedicato alle “narrazioni alternative” su migrazioni e diritti umani. Gli studenti hanno premiato “My Tyson” nell’ambito del progetto MyART for School

 

COSENZA – La bellezza delle immagini e la potenza della storia (vera) di Besna, una mamma curda – che racconta anche la vita di decine di migliaia di altre madri di giovani in guerra – in viaggio tra Kurdistan, Turchia e Siria alla ricerca del figlio combattente, ha convinto la giuria del MyART che  “Dialogue” di Selim Yildiz è il miglior documentario per l’edizione 2019 del festival del cinema indipendente che si è svolto a Cosenza dal 5 al 9 novembre scorsi:  al documentario prodotta tra Kurdistan e Turchia nel 2019 è andato il premio Sprar. Mentre per la sezione dei cortometraggio, il premio Migrantes per il miglior lavoro è andato a “The role” di Farnoosh Samadi, che nell’Iran contemporaneo racconta la storia di una donna che accompagna il marito attore a un provino e inaspettatamente ottiene una parte nel film che invece l’uomo non farà.

La giuria – composta da Daniele Ciprì, Andrea Segre, Ilir Butka, Anna Ramskogler-Witt, Alessandro Di Gregorio e Corrado Giustiniani – ha poi assegnato la menzione speciale al documentario “We are not togheter” di Alexander Nezam (Usa/Grecia, 2019) e al cortometraggio di animazione “Song Sparrow” di Farzaneh Omidvaria (Iran/Danimarca, 2019). Gli studenti della scuole coinvolti nel progetto “MyArt film festival… for School” finanziato dal Miur e dal Mibact nell’ambito del Piano nazionale “cinema per la scuola”, attraverso un’APP hanno votato e scelto  il “My Tyson” di Claudio Casale (Italia, 2018) come miglior cortometraggio visto durante le proiezioni mattutine.

La serata di premiazione ha concluso cinque giorni proiezioni ed eventi speciali tra i quali l’assegnazione del “Premio Mario Gallo” in collaborazione con Cineteca della Calabria al documentarista Andrea Segre; la proiezione del cortometraggio “frontiera” di Alessandro Di Gregorio (David di Donatello 2019 come miglior cortometraggio); l’evento organizzato dalla Fondazione Calabria Film Commission con i rappresentanti dei settori cinematografici di Calabria ed Albania e si discuterà di “Albania in Europa attraverso la cultura e il cinema: la Calabria come porta privilegiata d’ingresso”; e l’evento promosso in collaborazione con Coordinamento Sprar della Provincia di Cosenza e Servizio Centrale Sprar: la proiezione del film “Paese Nostro – Il film che avremmo voluto mostrarvi”, prodotto da  ZaLab. Ma è stato l’evento finale, ovvero la proiezione del potentissimo documentario “For Sama” ad aver decretato l’alto livello internazionale raggiunto dal MyART: il documentario  di Waad Al-Khateab è stato infatti presentato in una premiere nazionale realizzata in collaborazione con il Human Rights Film Festival di Berlino con il quale nei mesi scorsi è stata stretta una partnership per lo scambio di esperienze ed eventi che produrrà effetti anche per le prossime edizioni del festival mediterraneo dedicato alle “narrazioni alternative” su migrazioni e diritti umani.

Cosenza

Rampini (Corsera) :” Il gap infrastrutturale in Calabria si può recuperare con digitalizzazione”

Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Tra i relatori del seminario svoltosi presso la Camera di Commercio di Cosenza, promosso insieme a Promos Italia,  incentrato alla individuazione degli  strumenti di sostegno all’internazionalizzazione e una maggior spinta alla digitalizzazione per continuare a presidiare i mercati tradizionalmente legati al nostro export e per intercettare nuove opportunità in economie a maggior potenziale di sviluppo, nella consapevolezza che i prodotti legati al territorio e alla cultura nostrana fanno del Made in Italy un marchio unico e apprezzato nel mondo, c’è stato  Federico Rampini, Editorialista del Corriere della Sera e saggista che ha affrontato i temi geoeconomici che stanno influenzando il mondo come la guerra in Ucraina. Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Continua a leggere

Cosenza

Cosenza, con l’assemblea insediativa inizia il nuovo corso del Partito Democratico

L’assemblea cosentina del Pd ha eletto presidente Maria Locanto. Scelti anche i primi organismi come tesoreria commissione di garanzia

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Con la celebrazione dell’assemblea insediativa provinciale, è iniziato il nuovo corso del Partito Democratico nella provincia di Cosenza. Nel corso della riunione a cui hanno partecipato la parlamentare Enza Bruno Bossio, il consigliere regionale Franco Iacucci, dirigenti provinciali, nazionali ed amministratori locali, è stata ratificata l’elezione a segretario provinciale di Vittorio Pecoraro, Maria Locanto è stata eletta alla presidenza provinciale e sono stati eletti anche i primi organismi, con Daniele Intrieri alla tesoreria, mentre nella commissione di garanzia spicca la figura di Salvatore Perugini, primo sindaco del Pd nella città dei Bruzi.

“Abbiamo celebrato l’assemblea insediativa del Partito Democratico ed eletto Maria Locanto come presidente del partito – afferma Vittorio Pecoraro segretario provinciale del PD – ed è un segnale importante. Abbiamo anche eletto i primi organismo, come la tesoreria e la commissione di garanzia. Il lavoro da fare è tantissimo. Quello che ho detto – ha spiegato Pecorare – è che la nostra è una precisa scelta di campo. Questo significa mai più connivenze con il centrodestra, mai più alleanze o rapporti mascherati da un finto civismo. Noi siamo alternativi e faremo durissima opposizione in provincia e alla Regione. La nostra posizione è in primis quella di appoggiare il Governo Draghi. Abbiamo collaborato bene, almeno per Cosenza, con il Movimento 5 Stelle e siamo sempre disponibili a parlare con tutti. Vediamo adesso cosa succederà dopo la scelta di Di Maio”.

Continua a leggere

Cosenza

Al via la VI edizione del torneo di retorica forense “Scacco d’Atto”

Il torneo prenderà il via, giovedì alle 17:30 con la cerimonia di inaugurazione nella Biblioteca del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Si svolgerà dal 23 al 25 giugno prossimi, la sesta edizione del torneo di retorica forense “Scacco d’Atto”, riservato agli allievi delle scuole forensi che si preparano all’esercizio della professione di Avvocato. Il Torneo è organizzato dal coordinamento della Scuola Superiore dell’Avvocatura e del Consiglio Nazionale Forense e vedrà la partecipazione delle migliori scuole forensi italiane che si confronteranno sulle tematiche della retorica classica. La competizione si terrà, presso la Biblioteca del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Cosenza. In questa tre giorni gli allievi di nove scuole forensi provenienti da tutta Italia, si sfideranno a “colpi di retorica” affrontando la discussione di un caso giurisprudenziale, in materia civile o penale, assumendo la difesa di una delle parti processuali.

Il torneo prenderà il via, giovedì alle 17:30 con la cerimonia di inaugurazione nella Biblioteca del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza, al secondo piano del Palazzo di Giustizia, dove avverrà tra l’altro anche l’estrazione delle tracce da assegnare a ciascun partecipante e si procederà alla formazione dei gironi in cui si articolerà il torneo. La giornata finale di questo torneo che vedrà coinvolti gli allievi delle migliori scuole forense italiane, si terrà sabato 25 giugno, presso il Complesso Museale di “Palazzo Arnone”, sede storica del Tribunale di Cosenza, con la duplice finalità di permettere agli ospiti di visitare uno dei più importanti monumenti cittadini e di ripercorrere la grande tradizione dell’Avvocatura Cosentina attraverso la riscoperta dei luoghi che ne hanno segnato la storia.

Continua a leggere

Di tendenza