Salvini mandava un messaggio alla 'ndrangheta mostrando il rosario - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Salvini mandava un messaggio alla ‘ndrangheta mostrando il rosario

Avatar

Pubblicato

il

Senatore cosentino attacca il Ministro dell’Interno

 

ROMA – Oggi in Senato intervento al vetriolo del senatore cosentino, presidente della Commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra del Movimento 5  Stelle. “Matteo Salvini dopo che l’8 di agosto ha fatto sapere urbi et orbi che bisognava interrompere l’esperienza di Governo ha avviato un tour, non un pellegrinaggio, incontrando cittadini, venendo contestato, ma soprattutto ostentando il rosario. Ora in terra di Calabria ostentare il rosario, votarsi alla Madonna, dove c’è il santuario di Polsi cui la ‘ndrangheta ha deciso di consegnarsi significa mandare messaggi che uomini di Stato, soprattutto ministri degli Interni devono ben guardarsi dal mandare. Ma sicuramente è stato per ignoranza, quindi padre perdonalo perché non sapeva quello che faceva”.

 

 

“Salvini ha preso per i fondelli il parlamento. Il 7 agosto – ha affermato Morra – ho visto il Ministro in Senato e gli ho chiesto quando aveva intenzione di farsi vedere in commissione antimafia. Gli ho detto che aveva il dovere e il diritto di venire e dire cosa aveva intenzione di fare per combattere le mafie, esattamente come scrive sui social. Mi ha risposto sarebbe venuto il prima possibile. Quindi ha preso per i fondelli il parlamento e un ministro della Repubblica non può prendere per i fondelli il parlamento e i cittadini. Salvini non ha idea di che cosa sia una seria azione di contrasto alle mafie per questo ha avuto paura di venire in commissione. Quanto lui ha dichiarato offende la sensibilità di tanti. Abbiamo imparato che la laicità dello Stato è un valore indiscutibile sui cui l’uomo politico deve essere molto, molto prudente. Non si chiedono pieni poteri, voi dovreste ricordare che il popolo italiano è stato capace di partorire un carta costituzionale che ha convinto tutti e se qualcuno non si vuole attenere alla Costituzione ha dimenticato cosa siano i valori di libertà e democrazia”.

 

SALVINI RISPONDE

“Io parlo da cittadino, affidando il futuro del popolo italiano a Maria e al buon Dio, ma secondo il presidente dell’antimafia Morra  ho mandato un messaggio alla ‘ndrangheta. E‘ una offesa a tutti i calabresi e i cattolici. In Calabria, stando a Morra, non si può tirar fuori il Rosario, nè pregare, nè affidarsi alla Madonna: alla faccia della libertà e della democrazia”. Così Matteo Salvini parlando in diretta Facebook dopo aver lasciato Palazzo Madama dove nell’aula del Senato è in corso la discussione sulla crisi di Governo.

 

Crisi di Governo, cosa succederà agli italiani?

Cosenza

Viadotto Gangarello SS 107, limitazioni per tre giorni in orario notturno

L’Anas ha comunicato le limitazioni sul viadotto della Statale 107 silana crotonese in vigore da domani e fino a giovedì

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Per consentire il prosieguo degli interventi sul viadotto ‘Gangarello‘, Anas comunica la necessità di limitare il transito veicolare sulla strada statale 107 ‘Silana Crotonese’, in provincia di Cosenza. Le attività, verranno svolte a partire da domani, martedì 3 agosto e fino a giovedì 5 agosto , nella fascia oraria notturna compresa tra le ore 3:00 e le ore 6:00, al fine di non creare disagi al flusso veicolare durante la stagione estiva. Durante le lavorazioni, sarà in vigore un senso unico alternato, regolamentato da impianto semaforico, in prossimità del km 57,600.

Continua a leggere

Area Urbana

‘Fine attività’ per il centro vaccinale dell’Esercito a Vaglio Lise

Dallo scorso marzo il presidio ha superato i 52mila ingressi e ha fatto 46mila somministrazioni di vaccini

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Chiude oggi il punto vaccinale della difesa di Cosenza-Vaglio Lise. È quanto riportato in comunicato stampa diffuso dall’ufficio stampa dell’Esercito. Aperto a novembre come ospedale da campo, il centro a marzo è diventato un presidio vaccinale della Difesa nell’ambito dell’operazione Eos, voluta dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini e diretta dal Comando operativo di vertice interforze (Covi). Dallo scorso marzo il presidio ha superato i 52mila ingressi e ha fatto 46mila somministrazioni di vaccini, operando in supporto alla sanità locale nella campagna vaccinale, arrivando a somministrare fino a 600 dosi di vaccino al giorno.

Oggi il presidio vaccinale Difesa saluta Cosenza e i suoi cittadini, ma il personale sanitario resterà nel Cosentino e in particolare negli hub dell’Asp e nei team mobili operanti sul territorio. “È stato un onore e un piacere essere d’aiuto alla collettività” ha affermato il dirigente sanitario, Andrea Benicchi, che ha successivamente ringraziato il personale tutto per l’abnegazione, la professionalità e l’umanità mostrata in questo lungo periodo.

Continua a leggere

Area Urbana

Consiglio dei ministri nomina Ciaramella nuovo prefetto di Cosenza

Cinzia Guercio trasferita al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile in qualità di vice capo dipartimento

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Sarà Vittoria Ciaramella il nuovo prefetto di Cosenza. Andrà a sostituire Cinzia Guercio, destinata a svolgere le funzioni di vice capo dipartimento, direttore centrale per la difesa civile e le politiche di protezione civile presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, ha deliberato le nomine e un movimento di Prefetti. Tra gli altri, Paolo Formicola già vice capo di gabinetto del ministero dell’Interno assume le funzioni vicarie; Fabio Marsilio lascia la carica di prefetto a Grosseto e andrà a svolgere le funzioni di direttore centrale per le risorse umane presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, prenderà il suo posto Paola Berardino. Francesco Aldo Umberto Garsia da Vercelli, è destinato a svolgere le funzioni di prefetto di Novara e a Vercelli a ricoprire il ruolo di prefetto arriva Lucio Parente; infine, Clemente Di Nuzzo nominato prefetto, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Rovigo.

Continua a leggere

Di tendenza