Notte bianca di Altomonte: musica, spettacoli e degustazioni - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Notte bianca di Altomonte: musica, spettacoli e degustazioni

Avatar

Pubblicato

il

Evento imperdibile

 

ALTOMONTE (CS) – Dopo il doppio appuntamento con il teatro classico dei “Menecmi” con Massimo Venturiello e “Le Nuvole” di Aristofane, la trentaduesima edizione del Festival Euromediterraneo di Altomonte si appresta ad accogliere la Notte Bianca, sabato 10 agosto a partire dalle 20:00, e il concerto dei Nomadi all’interno della Festa della Terra, in contrada Casello, domenica 11 agosto dalle 21:00. Ritorna, anche in questa edizione, l’appuntamento ormai storicizzato della Notte Bianca. Nella notte di San Lorenzo, sabato 10 agosto, dalle 20,00 il centro storico di Altomonte verrà animato da eventi e stand che celebreranno un viaggio nel tempo dagli anni Sessanta ai giorni nostri. Sarà questo il tema dell’appuntamento previsto nel cartellone 2019, promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianpietro Coppola, dedicato alla “Generazione Culturale” e allo scrittore Andrea Camilleri.

 

 

Dal Teatro Belluscio fino a piazza Campanella, passando per piazza Santa Maria della Consolazione e a tutte le altre strade del centro storico, sarà una notte che ci porterà in un viaggio nel tempo tra musica, arte e performance che parte dagli anni Sessanta celebrando i 50 anni di Woodstock e poi arrivare ai fino ai giorni. Oltre a gustare la buona cucina e assistere gli spettacoli, si potranno visitare la chiesa di San Francesco da Paola, il Chiostro Francescano con la struttura anticamente sede del Convento dei Francescani Minimi, la bellissima Cattedrale Santa Maria della Consolazione, il Chiostro del Convento dei Domenicani, il Museo Civico di Arte Sacra, il Museo dell’Alimentazione, il Castello dei Conti e musei privati come il Museo dei Liquori Moliterno e il Museo della civiltà contadina di Vincenzo Artuso.

 

 

Tutto sarà trasmesso in diretta da Rlb, media partner della serata. In più, nella Notte Bianca, sono previste le mostre. Nei saloni del Chiostro dei Domenicani esporrà il maestro Landi; nella sala di Palazzo Battaglia Fernando Emanuele De Stefano mentre al Museo Civico verranno messe in mostra otto lettere di Corrado Alvaro. Si tratta di una corrispondenza privata tra l’insigne scrittore calabrese e una baronessa della Roma della prima metà del 900. Nelle lettere inedite sono contenute molte riflessioni di Corrado Alvaro che ha saputo creare legami tra il microcosmo calabrese e l’Europa. Le lettere sono state donate al Comune di Altomonte da Menina Rende, moglie dell’onorevole Costantino Belluscio, già sindaco della città.

Per la Festa della Terra, domenica 11 agosto dalle 21 in contrada Casello, arriva la band più longeva d’Italia con i suoi 56 anni di attività: i Nomadi. La band fondata dal compianto Augusto Daolio e da Beppe Carletti, ancora oggi tastierista e anima del gruppo, ha alle spalle ben 82 pubblicazioni fra dischi di inediti, raccolte e live. Ad Altomonte arriva il tour di “Milleanni”, il nuovo disco dei Nomadi che comprende undici canzoni con due inediti e nove brani poco conosciuti ma che, come racconta Beppe Carletti, “hanno ancora grande forza”. Sul palco, insieme al fondatore, ci saranno il cantante Yuri Cilloni; Cico Falzone alle chitarre; Daniele Campani alla batteria; Massimo Vecchi al basso e Sergio Reggioli al violino. Tutti insieme ripercorreranno il vasto repertorio del gruppo, pronti a far cantare tutti a squarciagola con classici immortali come “Io vagabondo”, “Dio è morto”, “Un pugno di sabbia” e molto altro.

 

 

«Sin dal 2006 l’amministrazione comunale ha deciso di portare il di festival dal centro urbano alle contrade lanciando una sfida positiva alle associazioni chiedendone la collaborazione – spiega il vicesindaco di Altomonte Francesco Provenzale – In contrada Casello, dal 1996 l’omonima associazione ha raccolto questa sfida e dal 2006, con il concerto di Piero Pelù sino ad arrivare ai giorni nostri, c’è sempre stata una tappa del Festival Euromediterraneo grazie all’impegno dell’associazione “Casello-Luigi Cantaro”. Dopo cinque di assenza, ritorna il grande concerto proprio in quell’area. Quest’anno ci sarà il gradito ritorno dei Nomadi dopo 11 anni dal loro ultimo live ad Altomonte. Abbiamo voluto fortemente la loro presenza perché questo è il tour con cui celebrano i 56 anni di attività e vogliamo festeggiare e celebrare la carriera di un grande gruppo che ha la capacità di rimanere sempre attuale con la sua musica».

 

 

Cosenza

Rampini (Corsera) :” Il gap infrastrutturale in Calabria si può recuperare con digitalizzazione”

Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Tra i relatori del seminario svoltosi presso la Camera di Commercio di Cosenza, promosso insieme a Promos Italia,  incentrato alla individuazione degli  strumenti di sostegno all’internazionalizzazione e una maggior spinta alla digitalizzazione per continuare a presidiare i mercati tradizionalmente legati al nostro export e per intercettare nuove opportunità in economie a maggior potenziale di sviluppo, nella consapevolezza che i prodotti legati al territorio e alla cultura nostrana fanno del Made in Italy un marchio unico e apprezzato nel mondo, c’è stato  Federico Rampini, Editorialista del Corriere della Sera e saggista che ha affrontato i temi geoeconomici che stanno influenzando il mondo come la guerra in Ucraina. Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Continua a leggere

Cosenza

Cosenza, con l’assemblea insediativa inizia il nuovo corso del Partito Democratico

L’assemblea cosentina del Pd ha eletto presidente Maria Locanto. Scelti anche i primi organismi come tesoreria commissione di garanzia

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Con la celebrazione dell’assemblea insediativa provinciale, è iniziato il nuovo corso del Partito Democratico nella provincia di Cosenza. Nel corso della riunione a cui hanno partecipato la parlamentare Enza Bruno Bossio, il consigliere regionale Franco Iacucci, dirigenti provinciali, nazionali ed amministratori locali, è stata ratificata l’elezione a segretario provinciale di Vittorio Pecoraro, Maria Locanto è stata eletta alla presidenza provinciale e sono stati eletti anche i primi organismi, con Daniele Intrieri alla tesoreria, mentre nella commissione di garanzia spicca la figura di Salvatore Perugini, primo sindaco del Pd nella città dei Bruzi.

“Abbiamo celebrato l’assemblea insediativa del Partito Democratico ed eletto Maria Locanto come presidente del partito – afferma Vittorio Pecoraro segretario provinciale del PD – ed è un segnale importante. Abbiamo anche eletto i primi organismo, come la tesoreria e la commissione di garanzia. Il lavoro da fare è tantissimo. Quello che ho detto – ha spiegato Pecorare – è che la nostra è una precisa scelta di campo. Questo significa mai più connivenze con il centrodestra, mai più alleanze o rapporti mascherati da un finto civismo. Noi siamo alternativi e faremo durissima opposizione in provincia e alla Regione. La nostra posizione è in primis quella di appoggiare il Governo Draghi. Abbiamo collaborato bene, almeno per Cosenza, con il Movimento 5 Stelle e siamo sempre disponibili a parlare con tutti. Vediamo adesso cosa succederà dopo la scelta di Di Maio”.

Continua a leggere

Cosenza

Al via la VI edizione del torneo di retorica forense “Scacco d’Atto”

Il torneo prenderà il via, giovedì alle 17:30 con la cerimonia di inaugurazione nella Biblioteca del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Si svolgerà dal 23 al 25 giugno prossimi, la sesta edizione del torneo di retorica forense “Scacco d’Atto”, riservato agli allievi delle scuole forensi che si preparano all’esercizio della professione di Avvocato. Il Torneo è organizzato dal coordinamento della Scuola Superiore dell’Avvocatura e del Consiglio Nazionale Forense e vedrà la partecipazione delle migliori scuole forensi italiane che si confronteranno sulle tematiche della retorica classica. La competizione si terrà, presso la Biblioteca del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Cosenza. In questa tre giorni gli allievi di nove scuole forensi provenienti da tutta Italia, si sfideranno a “colpi di retorica” affrontando la discussione di un caso giurisprudenziale, in materia civile o penale, assumendo la difesa di una delle parti processuali.

Il torneo prenderà il via, giovedì alle 17:30 con la cerimonia di inaugurazione nella Biblioteca del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza, al secondo piano del Palazzo di Giustizia, dove avverrà tra l’altro anche l’estrazione delle tracce da assegnare a ciascun partecipante e si procederà alla formazione dei gironi in cui si articolerà il torneo. La giornata finale di questo torneo che vedrà coinvolti gli allievi delle migliori scuole forense italiane, si terrà sabato 25 giugno, presso il Complesso Museale di “Palazzo Arnone”, sede storica del Tribunale di Cosenza, con la duplice finalità di permettere agli ospiti di visitare uno dei più importanti monumenti cittadini e di ripercorrere la grande tradizione dell’Avvocatura Cosentina attraverso la riscoperta dei luoghi che ne hanno segnato la storia.

Continua a leggere

Di tendenza