Siulp Cosenza, Ezio Scaglione eletto segretario generale - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Siulp Cosenza, Ezio Scaglione eletto segretario generale

Avatar

Pubblicato

il

Ezio Scaglione subentra a Luciano Lupo che nei giorni scorsi in una lettera ha reso pubblica la sua decisione di cedere il testimone alle nuove generazione per una crescita maggiore del sindacato

 

 

COSENZA – Alla presenza del segretario generale nazionale Felice Romano, si è riunito il direttivo provinciale Siulp per l’elezione del nuovo segretario generale della provincia di Cosenza. Al termine di articolata discussione è stato eletto, all’unanimità dei presenti, il Sovrintendente Capo della Polizia di Stato Ezio Sscaglione, in servizio alla locale Questura.

Il neo Segretario, 46 anni, dottore in scienze politiche, vanta una lunga militanza nel sindacato, avendo ricoperto svariati ruoli all’interno del Siulp, sia a Catania, che a Vibo Valentia e, in ultimo, a Cosenza, dove è stato componente della segreteria provinciale negli ultimi sette anni. Scaglione succede al dimissionario Luciano Lupo che, tra i vari incarichi ricoperti nel corso degli anni, è stato anche segretario generale regionale Siulp Calabria e componente del direttivo nazionale Siulp, nel quale, tra l’altro, è tuttora in carica.

 

Da sinistra Ezio Scaglione, Luciano Lupo

 

L’elezione di Ezio Scaglione si pone in continuità con l’azione politica e sindacale sinora attuata e rappresenta per il sindacato una sorta di rinnovamento generazionale, seppur nella tradizione dei valori condivisi che hanno fatto del Siulp il primo sindacato per consensi in ambito nazionale, regionale e provinciale. La prerogativa per la nuova segreteria – dice Scaglione – è quella di confermare il Siulp al vertice della rappresentatività provinciale e continuare a far crescere i livelli di sicurezza nel nostro territorio e difendere, con rinnovata forza, i diritti dei poliziotti che, talvolta, vengono aggrediti da un sistema che tende a svilire le grandi conquiste sindacali.

E’ il senso di responsabilità e l’amore verso l’organizzazione – afferma Luciano Lupo – che mi ha spinto a incoraggiare i più giovani a prendere in mano il timone del Siulp di Cosenza. A loro e al nuovo segretario generale – conclude Lupo – non farò certo mancare il mio sostegno.

Oggi a Cosenza – dichiara Felice Romano – il Siulp, con il passaggio del testimone da Lupo a Scaglione, ha dimostrato di essere una grande organizzazione che ha la capacità di guardare in avanti pianificando la propria azione, a cominciare dalla scelta di chi deve assumersi le più alte responsabilità per continuare l’azione di tutela della sicurezza dei cittadini e dei territori ma anche delle donne e degli uomini che, in prima linea, sono chiamati a concretizzarla. Al neo segretario generale provinciale, alla struttura cosentina, oltre al pieno sostegno per le azioni che dovrà intraprendere, vanno gli auguri di buon lavoro di tutta la Segreteria Nazionale, così come i ringraziamenti a Luciano Lupo per quanto ha fatto per il Siulp e i colleghi cosentini e per la capacità di dare continuità, nell’unanimità, ad una struttura che si è sempre contraddistinta per la sua grande capacità di tutela dei poliziotti.

La nuova Segreteria Provinciale SIULP Cosenza

SCAGLIONE Ezio – Segretario Generale;

LUPO Luciano – Segretario Generale Aggiunto;

Segretari:

Altimari Ruggiero, Ciardullo Francesco, De Rose Fabio, Mendicino Luca, Parisi Emma, Rugiano Umberto e Urso Massimiliano.

Cosenza

In campo con la forza indomita delle donne

Parte da Cosenza il progetto “Indomita”, organizzato dai centri giovanili don Mazzi insieme alla Fondazione Exodus

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Con il pensiero rivolto alle donne i Centri Giovanili don Mazzi e  la Fondazione Exodus hanno inteso promuovere un progetto, denominato “Indomita” per promuovere stili di vita efficaci e sani per lo sviluppo del genere femminile.
Un’iniziativa itinerante che partirà da Cosenza sabato 10 dicembre 2022.
L’evento percorrerà diverse Regioni italiane, per poi concludersi a Milano, presso la casa madre di Exodus nel gennaio 2024. Non poteva che essere lo sport lo strumento scelto quale portatore di valori educativi per contrastare qualsiasi tipo di disagio, da quello adolescenziale a quello sociale, da quello personale a quello di gruppo.
Una manifestazione, con il patrocinio del Coni, che a Cosenza si è arricchito attraverso la collaborazione della Polizia di Stato, guidata dal Questore Michele Maria Spina.
“Indomita” si svolgerà al Tennis Club Cosenza, partner attivo del progetto, in via degli Stadi c/o Campo Scuola, dalle ore 11.00 alle ore 16.00.
Alle ore 12.00 è prevista la presentazione istituzionale.
La giornata prevede primariamente tornei di Tennis e Padel, ma anche altre discipline di contorno, quali pallavolo, ginnastica artistica, calcio, arti marziali, discipline tradizionali della comunità Filippina di Cosenza, e tanto altro.
In rappresentanza della Federazione Italiana Tennis, ci sarà Matilde Paoletti, tennista-campionessa under 18 Brasil Junior Cup – testimonial dell’evento.

Continua a leggere

Cosenza

Giornata mondiale del volontariato, Cosenza sempre più solidale

A Cosenza si celebra la ricorrenza e la città viaggia verso la nomina a capitale italiana del volontariato 2023

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Il 5 dicembre è la giornata mondiale del volontariato. Designata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1985, la ricorrenza vuole celebrare quello che probabilmente è la parte più nobile della nostra società.

In tutta Italia sono due le città in cui si festeggia il 5 dicembre, ovvero Bergamo e Cosenza. Proprio il capoluogo bruzio, tra l’altro, è candidato a diventare la capitale italiana del volontariato per il 2023. Manca solo la nomina ufficiale, attesa in queste ore, ma il traguardo è praticamente centrato. “Siamo fieri di questa notizia – ha detto Gianni Romeo, presidente del CSV Cosenza – perché darà visibilità sia al lavoro fatto dal mondo del terzo settore sia al nostro territorio dove sono concrete le ricadute dei nostri numerosi progetti di volontariato. Stiamo già pensando ad un programma di massima attraverso il quale coinvolgere le istituzioni locali e rilanciare l’immagine positiva della nostra Calabria”.

La città, intanto, celebra la giornata mondiale del volontariato con il CSV, la Caritas ed il Forum del terzo settore, che, nel centro di Cosenza, hanno deciso di organizzare una manifestazione per coinvolgere i cittadini.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, Sorical chiede 40 milioni per il potenziamento dell’Abatemarco

Vertice in Prefettura a Cosenza con l’amministratore unico Calabretta ed il sindaco Franz Caruso. Al centro della discussione i numerosi disagi idrici

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “Sorical, in condivisione con Bruno Gualtieri, commissario di Arrical (Autorità Rifiuti e Risorse Idriche della Calabria), ha richiesto 40 milioni di euro di investimenti per potenziare e stabilizzare l’erogazione idrica dei Comuni serviti dall’Abatemarco attraverso la riattivazione dell’Ipot di Piano Lago e l’approvvigionamento dai laghi Silani”.  Lo ha riferito questa mattina l’amministratore unico della Sorical, Cataldo Calabretta, nel corso di una riunione convocata e presieduta dal Prefetto Vittoria Ciaramella alla presenza del sindaco di Cosenza Franz Caruso. La riunione è stata chiesta dal sindaco Bruzio e di altri dell’hinterland a seguito dei disagi registratasi nelle scorse settimane in alcune zone della città.

Calabretta e i tecnici della Sorical hanno evidenziato che l’acquedotto Abatemarco, così come gli altri acquedotti di origine sorgentizia, in autunno risente del calo fisiologico delle sorgenti. Quest’anno, a partire da settembre, tenendo conto delle disponibilità idriche, i tecnici della Sorical hanno ridotto proporzionalmente la distribuzione tra tutti i 26 Comuni serviti. Tale criterio viene attuato da decenni. E nonostante il clima mite fino e metà novembre, la riduzione non è stata mai sotto i 290 litri al secondo, una portata che soddisfa gli standard se la rete comunale di distribuzione fosse stata pienamente efficiente.

Riguardo alla necessità delle chiusure pomeridiane e notturne attuate dal Comune dei serbatoi “Merone” e “De Rada”, è stato spiegato nel corso della riunione, esse dipendono esclusivamente dal cattivo funzionamento della rete idrica comunale a causa della mancata regolamentazione dei serbatoi di accumulo privati che scompensano la rete. Tale tesi è nota agli attuali vertici del Comune perché è suffragata da studi tecnici e misurazioni, che hanno evidenziato che alle ore 3 di notte a Cosenza si consuma una quantità d’acqua superiore all’intera portata dell’Abatemarco per la città, con una dispersione idrica clamorosa.

Nel 2017, quando tutto il territorio del cosentino è stato colpito da una grave siccità, proprio al fine di venire incontro alle esigenze comunali, Sorical ha proposto un’erogazione turnata verso il Merone intesa proprio a minimizzare le dispersioni notturne a favore di un accumulo nelle grandi vasche regionali ed a beneficio della successiva erogazione diurna che ha aumentato l’erogazione in alcune zone della città (Via della Repubblica e il Centro Città) che rimanevano senza acqua già alle prime ore del mattino.

Con le piogge degli ultimi giorni, l’acquedotto Abatemarco ha aumentato le produzione di acqua i serbatoi vengono alimentati con portate in linea con gli anni precedenti. Nei prossimi giorni ci sarà in un incontro tra i vertici della Sorical e il Comune di Cosenza, mentre ai tecnici dei entrambe le parti è stata demandata la fattiva collaborazione al fine di efficientare l’erogazione e ridurre al minimo i disagi.

Continua a leggere

Di tendenza