Hackerato un gruppo Facebook, insulti e offese verso il Sud e i cosentini - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Hackerato un gruppo Facebook, insulti e offese verso il Sud e i cosentini

Avatar

Pubblicato

il

Un gruppetto che si fa chiamare “Nameless”, è riuscito ad hackerare una pagina Facebook di Cosenza, e dentro volano offese e insulti nei confronti dei cosentini e del Sud

 

COSENZA – A segnalarlo è un utente che parla di una situazione a dir poco fastidiosa che si sta verificando su Facebook da un paio di giorni e che interessa parte dei cittadini di Cosenza. “In pratica, su Facebook esistono tanti gruppi di vendita creati da cosentini – spiega il lettore – dei veri e propri mercatini dell’usato in cui si mettono in vendita oggetti che non servono più. Tra i più popolati (circa 40.000 membri) si chiama “Mercatino Dell’usato Cosenza (official page)” che dal giorno 19 marzo è assediata da un gruppetto di persone, che si fanno chiamare “Nameless” e che si spacciano per Hacker ed esperti dell’informatica. In realtà la loro conoscenza è pari a quella di qualsiasi internauta, approfittando dell’ingenuità o della poca attenzione di qualche amministratore sono riusciti a far nominare un loro membro amministratore del gruppo permettendogli di cacciare gli altri membri dello “staff” e prendere il controllo”.

“Da lì in poi, sono stati fatti entrare nel gruppo altri membri della combriccola “Nameless” ed hanno cominciato insieme a pubblicare tonnellate e tonnellate di post offensivi e pieni di insulti verso Cosenza e i suoi cittadini, per puro divertimento e per far arrabbiare le decina di migliaia di cosentini che fanno parte del gruppo. Uno dei principali passatempi per loro, è prendersi gioco dei membri un po avanti con l’età che non capiscono cosa stia succedendo e si chiedono perché nessuno intervenga a cacciare queste persone che offendono pesantemente”.

“Vi scrivo nella speranza che possiate informare le persone che ancora non sono al corrente di ciò e sono preda di questi perdigiorno che si nascondono dietro account fake, in quanto è fastidioso vedere padri di famiglia e mamme presi in giro ed offesi senza sapere il perché. C’è da dire che questi individui non hanno un odio mirato verso la Calabria, il Sud o Cosenza, infatti presero di mira anche gruppi di Perugia o Bologna, il loro unico scopo è offendere e ridere delle reazioni della gente, ma a tutti c’è un limite, perché alle volte arrivano anche a prendere foto personali di chi risponde alle loro provocazioni per farne fotomontaggi umilianti. Ci terrei che invitaste la gente a cancellare la loro iscrizione da quel gruppo e segnalarlo in massa per contenuti offensivi ed odio”.

AGGIORNAMENTO

La pagina Facebook in giornata è stata ufficialmente cancellata


Lettera firmata

Cosenza

Rampini (Corsera) :” Il gap infrastrutturale in Calabria si può recuperare con digitalizzazione”

Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Tra i relatori del seminario svoltosi presso la Camera di Commercio di Cosenza, promosso insieme a Promos Italia,  incentrato alla individuazione degli  strumenti di sostegno all’internazionalizzazione e una maggior spinta alla digitalizzazione per continuare a presidiare i mercati tradizionalmente legati al nostro export e per intercettare nuove opportunità in economie a maggior potenziale di sviluppo, nella consapevolezza che i prodotti legati al territorio e alla cultura nostrana fanno del Made in Italy un marchio unico e apprezzato nel mondo, c’è stato  Federico Rampini, Editorialista del Corriere della Sera e saggista che ha affrontato i temi geoeconomici che stanno influenzando il mondo come la guerra in Ucraina. Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Continua a leggere

Cosenza

Cosenza, con l’assemblea insediativa inizia il nuovo corso del Partito Democratico

L’assemblea cosentina del Pd ha eletto presidente Maria Locanto. Scelti anche i primi organismi come tesoreria commissione di garanzia

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Con la celebrazione dell’assemblea insediativa provinciale, è iniziato il nuovo corso del Partito Democratico nella provincia di Cosenza. Nel corso della riunione a cui hanno partecipato la parlamentare Enza Bruno Bossio, il consigliere regionale Franco Iacucci, dirigenti provinciali, nazionali ed amministratori locali, è stata ratificata l’elezione a segretario provinciale di Vittorio Pecoraro, Maria Locanto è stata eletta alla presidenza provinciale e sono stati eletti anche i primi organismi, con Daniele Intrieri alla tesoreria, mentre nella commissione di garanzia spicca la figura di Salvatore Perugini, primo sindaco del Pd nella città dei Bruzi.

“Abbiamo celebrato l’assemblea insediativa del Partito Democratico ed eletto Maria Locanto come presidente del partito – afferma Vittorio Pecoraro segretario provinciale del PD – ed è un segnale importante. Abbiamo anche eletto i primi organismo, come la tesoreria e la commissione di garanzia. Il lavoro da fare è tantissimo. Quello che ho detto – ha spiegato Pecorare – è che la nostra è una precisa scelta di campo. Questo significa mai più connivenze con il centrodestra, mai più alleanze o rapporti mascherati da un finto civismo. Noi siamo alternativi e faremo durissima opposizione in provincia e alla Regione. La nostra posizione è in primis quella di appoggiare il Governo Draghi. Abbiamo collaborato bene, almeno per Cosenza, con il Movimento 5 Stelle e siamo sempre disponibili a parlare con tutti. Vediamo adesso cosa succederà dopo la scelta di Di Maio”.

Continua a leggere

Cosenza

Al via la VI edizione del torneo di retorica forense “Scacco d’Atto”

Il torneo prenderà il via, giovedì alle 17:30 con la cerimonia di inaugurazione nella Biblioteca del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Si svolgerà dal 23 al 25 giugno prossimi, la sesta edizione del torneo di retorica forense “Scacco d’Atto”, riservato agli allievi delle scuole forensi che si preparano all’esercizio della professione di Avvocato. Il Torneo è organizzato dal coordinamento della Scuola Superiore dell’Avvocatura e del Consiglio Nazionale Forense e vedrà la partecipazione delle migliori scuole forensi italiane che si confronteranno sulle tematiche della retorica classica. La competizione si terrà, presso la Biblioteca del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Cosenza. In questa tre giorni gli allievi di nove scuole forensi provenienti da tutta Italia, si sfideranno a “colpi di retorica” affrontando la discussione di un caso giurisprudenziale, in materia civile o penale, assumendo la difesa di una delle parti processuali.

Il torneo prenderà il via, giovedì alle 17:30 con la cerimonia di inaugurazione nella Biblioteca del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza, al secondo piano del Palazzo di Giustizia, dove avverrà tra l’altro anche l’estrazione delle tracce da assegnare a ciascun partecipante e si procederà alla formazione dei gironi in cui si articolerà il torneo. La giornata finale di questo torneo che vedrà coinvolti gli allievi delle migliori scuole forense italiane, si terrà sabato 25 giugno, presso il Complesso Museale di “Palazzo Arnone”, sede storica del Tribunale di Cosenza, con la duplice finalità di permettere agli ospiti di visitare uno dei più importanti monumenti cittadini e di ripercorrere la grande tradizione dell’Avvocatura Cosentina attraverso la riscoperta dei luoghi che ne hanno segnato la storia.

Continua a leggere

Di tendenza