Traffico e metro: il Tar ordina di riaprire Viale Mancini - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Traffico e metro: il Tar ordina di riaprire Viale Mancini

Avatar

Pubblicato

il

La sentenza impone di rivedere i progetti del Parco del Benessere e della metro. Ad impugnare il ricorso Milena Gabriele, titolare della stazione di benzina che affaccia sul cantiere

 

COSENZA – Accolte le istanze di Milena Gabriele. Il Tar Calabria, all’esito della riserva assunta nella camera di consiglio del 30 gennaio, ha sospeso l’efficacia di tutti i provvedimenti impugnati “disponendo – si legge nell’Ordinanza – che gli Enti resistenti (Comune di Cosenza e Regione Calabria) rivalutino la vicenda amministrativa, le modalità realizzative del cantiere lungo Viale Parco disponendo un ridimensionamento della complessiva transennatura.

Adottando accorgimenti tecnici che in ogni caso consentano di minimizzare e mitigare gli effetti dei progettati lavori sulla stazione di servizio della società ricorrente”. “I fatti ci hanno dato ragione. Finalmente giustizia è fatta. Ringrazio i miei avvocati, Piero Funari e Albino Domanico per l’ottimo lavoro svolto – commenta la ricorrente Milena Gabriele, titolare della stazione di servizio sita sul Viale, appena appresa la notizia della decisione del Tar Calabria -. Sono stati mesi duri in cui in silenzio ho aspettato che il Tribunale valutasse la vicenda ma nel frattempo ho assistito alla macchina della propaganda e delle falsità portata avanti dall’amministrazione comunale”.

Ora il Comune di Cosenza e la Regione Calabria dovranno rivedere l‘intero apparato progettuale e ridisegnarlo nel rispetto degli evidenti interessi imprenditoriali riconosciuti dal TAR a vantaggio di Milena Gabriele e nel rispetto dei diritti di quest’ultima palesemente lesi dal Comune di Cosenza. Il TAR ha così accolto le istanze contenute nell’articolato ricorso e nei documentati motivi aggiunti, ampiamente sostenuti dai difensori della Gabriele avv.ti Piero Funari e Albino Domanico. Lo scenario che consegue al provvedimento così assunto dal TAR determina, perciò, orizzonti completamente diversi da quelli ipotizzati per la realizzazione del cosiddetto Parco del Benessere e della Metropolitana.

Nella rielaborazione di tali progetti non potrà prescindersi dal rispetto dei diritti imprenditoriali di Milena Gabriele, atteso il vulnus che verrebbe irrimediabilmente a subire l’attività imprenditoriale della ricorrente (Milena Gabriele) in conseguenza dell’avvenuta installazione delle transenne di cantiere lungo Viale Giacomo Mancini per la realizzazione di lavori di cui al progetto esecutivo denominato “Parco Lineare Viale Giacomo Mancini”. L’ordinanza del Tar dovrà ora sortire effetti immediati, quindi – conclude la Gabriele – “mi aspetto che il Sindaco la recepisca nell’immediatezza e ripristini la viabilità lungo viale Mancini”.

Cosenza

“Un cimitero musulmano a Cosenza”, l’Imam si appella al sindaco Caruso

Ahmed Berraou denuncia l’indifferenza di Palazzo dei Bruzi nei confronti della richiesta formulata da parte della comunità musulmana che risiede in città

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

 COSENZA – “Un obitorio adatto e un reparto cimiteriale che risponda alle esigenze rituali”. Nuovo appello della Comunità musulmana di Cosenza e della Calabria a Palazzo dei Bruzi, a distanza di dieci anni dalla prima richiesta formulata in tal senso. “Non è possibile – scrive Ahmed Berraou, referente calabrese dell’Ucoii – che la salma di un noto professore universitario italo-musulmano dall’Unical debba essere trasferita nel cimitero islamico di Roma, lontano dalla sua famiglia, soltanto perché non ne esiste uno simile cimitero né a Cosenza né in tutta la Calabria.

Ahmed Berraou, referente in Calabria dell’Ucoii “Unione delle comunità islamiche d’Italia”, presidente del Forum delle associazioni marocchine in Calabria, nonché presidente dell’associazione Daawa-Odv con sede a Cosenza, e coordinatore del comitato migranti di Cosenza “Comicos”, in quanto rappresentante delle comunità islamiche in Calabria, esprimo “il più profondo sgomento e stupore nei confronti dell’amministrazione locale e regionale per aver ignorato così a lungo i ripetuti appelli, cui hanno fatto seguito vacue promesse.

Continua a leggere

Cosenza

Cosenza, per gli aspiranti geometri si aprono le porte della Provincia: previsti stage formativi

La presidente Succurro: “Prezioso supporto per gli uffici Viabilità e Pianificazione. I tirocini avranno la durata di sei mesi e non potranno essere prorogati”.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Incontro importante e proficuo questa mattina alla Provincia di Cosenza, fra la Presidente Rosaria Succurro e il Presidente del Collegio Geometri e Geometri laureati di Cosenza Giuseppe Alberto Arlia, alla presenza anche del Componente Commissione Scuola Geometri Giovanni Sicilia che ha seguito le fasi preparatorie di un accordo di collaborazione fra le due istituzioni. Nel corso dell’incontro, che si è tenuto nella Sala Giunta dell’Ufficio di Presidenza della Provincia, è stata sottoscritta una convenzione per lo svolgimento di stage professionali per gli iscritti nel registro dei praticanti del Collegio dei geometri e geometri laureati di Cosenza. Per effetto di quanto sottoscritto, lo svolgimento dei suddetti tirocini è consentito presso gli uffici afferenti i settori della Viabilità e Pianificazione Territoriale della Provincia di Cosenza.

«Sono molto soddisfatta per la firma di questa convenzione – ha dichiarato la Presidente Succurro a margine dell’incontro – che ci consente di perseguire un duplice obiettivo: favoriamo un’esperienza professionale importante per i tirocinanti nel campo della Pubblica Amministrazione e dei Lavori Pubblici, sotto la guida del Dirigente dei Settori interessati e dei titolari delle Posizioni Organizzative in essi ricompresi; e la Provincia potrà usufruire di un prezioso supporto per le esigenze d’ufficio, tenuto comunque sempre conto del carattere esclusivamente formativo dell’attività dei tirocinanti». Ogni stage si svolgerà per un periodo di sei mesi consecutivi, non rinnovabile, decorrenti dalla data di inizio dello stage medesimo.

Continua a leggere

Cosenza

Cosenza, Orchestra Sinfonica Brutia: si accordano gli strumenti

Prima riunione operativa a Palazzo dei Bruzi. A settembre, l’orchestra sarà presentata alla città. Il sindaco Franz Caruso: “Ora Regione e Provincia ci sostengano”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Si è svolta a Palazzo dei Bruzi la prima riunione operativa dell’Orchestra Sinfonica Brutia a cui hanno preso parte il Presidente dell’Orchestra, il sindaco Franz Caruso, il direttore artistico, Francesco Perri, e la dott.ssa Annarita Callari, funzionario del settore cultura del Comune. La riunione odierna ha chiamato il direttivo dell’OSB a discutere e ad approvare una serie di provvedimenti propedeutici all’avvio dell’attività. Sono dieci le produzioni orchestrali previste per l’annualità 2022; si comincia con il  Tango Pasional,  pianoforte e direzione del Maestro Francesco Perri, che vedrà la prima uscita dell’OSB a fine agosto a Cerisano, Corigliano- Rossano, Morano ed alle Terme Luigiane di Guardia Piemontese. A settembre l’Orchestra sarà presentata alla città, “i cui gangli vitali – ha affermato il sindaco, Franz Caruso – saranno chiamati a sostenerla per tutelarla, rafforzarla ed irrobustirla per diventare una forza imprenditoriale che le faccia spiccare il volo. L’Orchestra Sinfonica Brutia, infatti, dovrà essere strutturata in maniera tale da poter rimanere splendida realtà anche dopo di noi”.
“La mia amministrazione – ha proseguito il Primo Cittadino di Cosenza – insieme al contributo determinante del prof. Francesco Perri ha indubbiamente raggiunto l’ambizioso obiettivo di averla fatta nascere, ma è fuor di dubbio che il progetto oggi debba essere fatto proprio anche dalle altre istituzioni, in primis Regione Calabria e Provincia di Cosenza, ma ci aspettiamo che riscontri medesimo interesse e susciti medesima passione anche nelle forze imprenditoriali e tra le associazioni della città. Tutti, infatti, saranno invitati a far parte dell’assemblea dei soci dell’Orchestra Sinfonica Brutia”.
“Si deve ben comprendere – ha concluso il sindaco, Franz Caruso –  che avere in città un’orchestra stabile rappresenta certamente una svolta culturale, che proietterà Cosenza a ricoprire nuovamente il  ruolo di guida  che la storia le ha assegnato, ma anche una straordinaria  opportunità di crescita e di sviluppo per l’indotto economico che potrà creare e per le nuove opportunità di lavoro che si apriranno per i musicisti e le varie figure professionali del mondo dello spettacolo dal vivo. Bisogna crederci. Noi lo abbiamo fatto, ora spetta alla città”.

Continua a leggere

Di tendenza