Spaccio di droga ed estorsioni in città, 8 misure cautelari. A denunciare una 'madre coraggio' - VIDEO - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Spaccio di droga ed estorsioni in città, 8 misure cautelari. A denunciare una ‘madre coraggio’ – VIDEO

Avatar

Pubblicato

il

Sono accusate di spaccio ma anche di estorsione le persone coinvolte in un’operazione scattata questa mattina. Le misure sono state emesse dal Gip del Tribunale di Cosenza su richiesta della Procura

 

COSENZA – Un’operazione della Polizia di Stato è in corso dalle prime ore di questa mattina nel centro di Cosenza per l’esecuzione di 8 misure cautelari. Le persone coinvolte sono ritenute responsabili a vario titolo di detenzione e cessione di droga,  in particolare cocaina, e marijuana, ma anche di estorsione. Le indagini condotte dagli uomini della Questura di Cosenza hanno consentito di disarticolare un gruppo di pusher attivi nel centro città. Nel corso dell’attività di indagine sono stati sequestrati diversi quantitativi di sostanze stupefacenti.

Il blitz è stato compiuto dalla Squadra Mobile della Questura di Cosenza e del Reparto Prevenzione Crimine Calabria Settentrionale di Rende, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di tre persone che sono finite in carcere, quattro persone sono state assegnate ai domiciliari mentre una ottava persona, è stata sottoposta all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Agli 8 soggetti vengono contestati, in più occasioni, la maggior parte dei quali in concorso tra loro, diversi episodi di cessione di sostanza stupefacente (sono almeno 30 i casi contestati) in particolare di cocaina e marijuana. In alcuni degli episodi di spaccio, da fornitori erano diventati “vittima-assuntore” di droga acquistata da altri indagati.

VIDEO 

L’indagine partita da una ‘mamma coraggio’

L’indagine ha preso il via all’indomani della denuncia sporta da una “madre coraggio” che, nel mese di ottobre dello scorso anno, stanca delle continue vessazioni a cui era sottoposta dal figlio, che l’avrebbe sottoposta a minacce e lesioni per ottenere somme di denaro da utilizzare per l’acquisto di cocaina, tossicodipendente e ricoverato in “doppia diagnosi” presso una casa di cura dell’hinterland aveva deciso di raccontare tutto alla Polizia. E così sono scattate le indagini, svolte nell’arco di quasi un anno dalla prima denuncia, che si sono sviluppate secondo i consueti canoni investigativi e sono consistite, in particolare, in intercettazioni telefoniche ed ambientali, pedinamenti e appostamenti che hanno permesso di riscontrare l’attività di spaccio posta in essere dagli indagati.

I quartieri degli indagati diventati piazze di spaccio

Complessa è stata l’azione investigativa della Polizia Giudiziaria che ha dovuto svolgere parte delle indagini in contesti ambientali difficili in cui, quasi tutti gli indagati operavano, ovvero i rispettivi quartieri di residenza che, in alcuni casi erano diventate vere e proprie piazze di spaccio. La maggior parte degli indagati, infatti, avevano messo in atto un sistema collaudato, perlopiù
operando direttamente dalle rispettive abitazioni, seppure alcuni sottoposti agli arresti domiciliari.

Un pusher portava la coca anche ad un tossicodipendente in comunità

Per sottolineare ulteriormente la pericolosità degli indagati, gli inquirenti spiegano come uno di loro, consegnava dosi di cocaina all’interno della struttura sanitaria in cui un giovane tossicodipendente si trovava sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata e ricoverato in “doppia diagnosi” – si tratta di un regime di ricovero per pazienti affetti da disturbi psichiatrici dovuti all’abuso di sostanze stupefacenti.

Cosenza

Al via le celebrazioni per il 210° anniversario della Camera di Commercio

Il Presidente Klaus Algieri riceve dalle mani del Prefetto il Decreto a firma Draghi e Mattarella che riconosce ufficialmente lo Stemma storico dell’Ente del 1812

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Nella Sala “Petraglia” della Camera di Commercio di Cosenza, si sono svolte le celebrazioni dei 210 anni dell’Ente camerale, nel corso del primo Consiglio del 2022. Un Consiglio tenutosi in forma aperta, dove oltre al Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, hanno partecipato numerosi rappresentati istituzionali comunali, provinciali e regionali. In rappresentanza del Cerimoniale di Stato e per le onorificenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Capo Ufficio Vicario, Enrico Passaro, e lo Storico Araldista, Rita Raffaella Russo. il Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, ha consegnato poi ufficialmente al Presidente Klaus Algieri lo Stemma e il Gonfalone raffiguranti l’emblema storico della Camera di Commercio di Cosenza, concessi con Decreto del Presidente della Repubblica del 22 aprile 2021. Con l’occasione è stata scoperta la targa dei Presidenti della Camera di Commercio ed è stato sottoscritto il protocollo tra il presidente dell’Ente camerale Klaus Algieri e il Presidente del Tribunale di Cosenza, Maria Luisa Mingrone, in materia di Risoluzione alternativa delle controversie.

Continua a leggere

Cosenza

Rimossi gli spartitraffico in Piazza Bilotti. Caruso: “Strada percorribile e senza ingorgo”

Caruso: “Ripristinare in questa zona il senso unico non significa, incrementare l’uso delle auto, bensì evitare quell’ ingorgo costante che si creava con la circolazione a doppio senso “

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Proseguono i provvedimenti dell’amministrazione comunale di Cosenza in materia di viabilità. Infatti dopo la dopo la regolamentazione della ZTL di via Piave e via Isonzo e dopo la riapertura di via Roma, con la rimozione degli spartitraffico in Piazza Bilotti, si ritorna al senso unico di circolazione. Con questa ulteriore decisione, il piano di viabilità previsto dall’amministrazione comunale del sindaco Caruso, comincia a prender ulteriormente forma. “Questo provvedimento ha dato risposte adeguate alle necessità dei cittadini”. Ha dichiarato il sindaco. “Siamo stati eletti per questo motivo ed è quello che faremo, dando concretezza agli impegni assunti, che per quanto mi riguarda non rimarranno mai inevasi. Il nostro obiettivo sulla viabilità è quello di ritornare alla normalità di strade percorribili e sicure, senza rinunciare alla sostenibilità. Ripristinare in questa zona il senso unico non significa, infatti, incrementare l’uso delle auto, bensì evitare quell’ ingorgo costante che si creava con la circolazione a doppio senso e che provocava inquinamento acustico ed ambientale. Questa è la circolazione che dobbiamo creare in tutta la città per cui bisogna ora procedere con gli altri interventi già in cantiere ed attuare un serio Piano urbano del traffico”.

Continua a leggere

Cosenza

Presentata l’edizione cosentina 2022 di “Fatti di Musica”. Quattro i concerti previsti

Si partirà il 2 agosto dal Teatro dei Ruderi di Cirella in Diamante, con il concerto-evento di Riccardo Cocciante con l’Orchestra diretta dal Maestro Leonardo De Amicis della Rai

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

La trentaseiesima edizione dell’importante evento musicale, “Fatti di Musica”, anche quest’anno vedrà la partecipazione di prestigiosi artisti. Sono 4 gli eventi che si svolgeranno nella provincia di Cosenza, come ha sottolineato il suo ideatore, Ruggero Pegna. Si partirà il 2 agosto dal Teatro dei Ruderi di Cirella in Diamante, con il concerto-evento di Riccardo Cocciante con l’Orchestra diretta dal Maestro Leonardo De Amicis della Rai. Cocciante si esibirà soltanto in otto prestigiose location italiane, fra le quali appunto quella ricca di storia e suggestioni naturali del sito di Diamante. L’8 agosto sarà invece la volta del live di Franco 126 che è fra i cantautori più amati della musica italiana. Il 12 agosto,  l’Anfiteatro romano di Acri  ospiterà, l’unica tappa in Calabria del Summer Tour 2022 di RKOMI. Il 20 agosto infine si ritorna ai Ruderi di Cirella con Irama, protagonista all’ultimo Festival di Sanremo. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Cosenza.

Continua a leggere

Di tendenza