Criminalità e sicurezza, il sottosegretario del Ministero dell'Interno visita Cosenza e Crotone - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Criminalità e sicurezza, il sottosegretario del Ministero dell’Interno visita Cosenza e Crotone

Avatar

Pubblicato

il

Luigi Gaetti sarà in Calabria per discutere sul riutilizzo dei beni sequestrati, usura ed estorsioni

 

COSENZA – Un medico prestato alla politica leghista sin dai tempi di Umberto Bossi per poi transitare nel Movimento 5 Stelle nel 2013. Ex vicepresidente della commissione antimafia, noto per aver sollecitato la revoca della programma di protezione al collaboratore di giustizia siciliano Carmelo Bisognano, è oggi a capo della stessa Commissione Centrale per la definizione e applicazione delle speciali misure di protezione in qualità di presidente. Si tratta del sottosegretario all’Interno, Luigi Gaetti che giovedì 18 e venerdì 19 ottobre sarà in Calabria per una visita istituzionale a Crotone e Cosenza. “A Crotone, Gaetti – è detto in un comunicato – incontrerà il prefetto, i responsabili provinciali delle forze dell’ordine e alcuni esponenti del mondo giudiziario, al fine di approfondire il tema dei beni confiscati. Con l’occasione incontrerà, altresì, i sindaci e i commissari straordinari di una parte dei Comuni di Crotone, Cirò, Cirò Marina, Cotronei, Crucoli, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Melissa, Santa Severina e Strongoli, i componenti del Nucleo di supporto all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, al fine di acquisire notizie aggiornate in merito alle eventuali criticità, anche in ambito operativo, oltre a proposte innovative”. Seguirà una conferenza stampa. Venerdì 19 ottobre, il sottosegretario Gaetti si recherà a Isola di Capo Rizzuto per una visita al bene confiscato gestito da ‘Libere Terre’ e al parco eolico oggetto di inchieste della magistratura in cui sono stati coinvolti diversi esponenti della politica regionale.

 

 

A seguire incontrerà il prefetto di Cosenza e alle 12:00 la stampa. Alle 16:00 terrà un incontro nella sibaritide al teatro comunale di Cassano allo Jonio, Gaetti infatti presenzierà alla sottoscrizione del protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione cui farà seguito un incontro con i giornalisti. “Nel decreto sicurezza – afferma il sottosegretario Gaetti – ci saranno alcune novità per quanto riguarda l’utilizzo dei beni confiscati, ad esempio con un uso sociale degli immobili che permetterà agli Enti locali la possibilità di utilizzarli per varie categorie sociali, speriamo anche per i testimoni di giustizia, rispettando le relative esigenze di riservatezza. Stiamo ragionando in maniera ampia su vari aspetti che includeremo anche in altre norme successive. I beni sequestrati hanno un valore etico, ma anche economico importante. Nei decreti approvati due mesi fa è stata riorganizzata l’Agenzia dei beni confiscati, divisa in quattro dipartimenti in modo da renderla più funzionale. Adesso nel decreto sicurezza abbiamo messo alcuni paletti importanti per l’organizzazione del lavoro interno, l’utilizzo dei beni soprattutto immobili per fini sociali, in modo da consentire l’uso da parte dei Comune per risolvere le problematiche abitative territoriali”. “C’è, ad esempio – spiega Gaetti – un articolo, come ultima ratio che prevede la possibilità di demolire un bene quando non può essere usato in nessun modo. Riguardo alla sottoscrizione del Protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione, tale impegno è in linea con il percorso da me intrapreso al fine di valorizzare le iniziative in corso per un’efficace azione di sostegno nei confronti delle vittime di tali reati nonché con il programma di acquisire sul territorio istanze e proposte, anche innovative”.

Cosenza

Presentata la 40ma edizione della Sagra dell’uva e del vino di Donnici

Il clou della manifestazione si terrà nel borgo antico di Donnici dal 7 al 9 ottobre, mentre dal 4 al 6 ottobre, nel centro città, si svolgeranno una serie di iniziative sempre legate alla Sagra

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – E’stato presentato presso il salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, il programma della 40ma edizione della “Sagra dell’uva e del vino” che si svolgerà dal 4 al 9 ottobre prossimi. Il clou della manifestazione si terrà nel borgo antico di Donnici dal 7 al 9 ottobre, mentre dal 4 al 6 ottobre, nel centro città, si svolgeranno una serie di iniziative sempre legate alla Sagra, al fine di un maggiore coinvolgimento della comunità cosentina e dei ristoratori che saranno invitati ad inserire nei loro menu e a far degustare i vini che vengono prodotti nel territorio di Donnici. “Una quarantesima edizione della Sagra dell’uva e del vino – ha sottolineato il sindaco Franz Caruso – particolarmente voluta dall’amministrazione comunale di Cosenza, nonostante le ristrettezze economiche per i fatti ormai noti, per dare continuità ad una storia, ad una tradizione che promuove il territorio ed i suoi prodotti migliori”.

Continua a leggere

Cosenza

Scarcerazione Manna. Gallucci: “notizia che rende giustizia all’avvocatura”

Il presidente dell’Ordine degli avvocati di Cosenza, Vittorio Gallucci, ha espresso soddisfazione per la notizia che rende giustizia alla professionalità del collega e all’avvocatura

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – La notizia  della scarcerazione e di tutti gli indizi di colpevolezza venuti meno a carico del noto penalista cosentino, l’avvocato Marcello Manna che è anche sindaco di Rende, coinvolto nell’operazione Reset ha fatto immediatamente il giro del Tribunale di Cosenza. Una notizia accolta positivamente dai colleghi dell’avvocato Manna e non sono neanche mancati i commenti di qualcuno sul modus operandi della Dda di Catanzaro. Soddisfazione ha espresso il presidente dell’Ordine degli avvocati cosentini, l’avvocato Vittorio Gallucci.Una notizia che rende giustizia alla professionalità del collega – è stato il suo commento – e all’avvocatura, una categoria che si distingue perché opera nell’onestà e nel pieno rispetto della legge“.

Continua a leggere

Cosenza

Graziano (Asp Cosenza): “Oggi l’Asp è un’azienda sana, dotata di un bilancio di previsione”

Durante il riordino delle varie documentazioni contabili sono emersi anche 56 milioni di debiti fittizi risalenti addirittura dal 1967 al 2004

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “L’Asp di Cosenza, finalmente dopo tanti anni si è dotata di un bilancio di previsione”. A dirlo è il commissario dell’azienda Sanitaria provinciale Antonio Graziano, in una conferenza stampa convocata per relazionare sul lavoro sin qui svolto nei primi 100 giorni dal suo insediamento. “Sono stati eliminati 56 milioni di debiti fittizi che risalivano addirittura dal 1967 al 2004 e sono stati eliminati anche 48 milioni di euro di crediti fittizi che non potevano mai essere riscossi. Ed inoltre – prosegue sempre Graziano – entro la fine di quest’anno arriveremo a ben 450 assunzioni  tra Oss, medici, fisioterapisti  ed altre figure professionali” . Insomma, dalle carte del Commissario Graziano e il riordino eseguito tra debiti e crediti è emerso un dato: l’Asp di Cosenza è una azienda addirittura in attivo. Sul contenzioso, c’è un fondo rischi che era stato stimato dall’Ufficio legale in 280 milioni di euro, dove figurava anche quella famosa fattura di 79 mila euro che nel frattempo, non si sa come era diventata di 79 milioni di euro. “Adesso – spiega Graziano – abbiamo un fondo rischi complessivo di 80 milioni di euro che riusciamo comunque a eliminare con le partite creditorie in corso. Quanto è emerso oggi si poteva ottenere anche prima ma evidentemente il lavoro svolto nel passato, non è stato eseguito per come doveva esser fatto”.

Continua a leggere

Di tendenza