Cosenza, nuovo ospedale: "Occhiuto basta con i ritardi" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cosenza

Cosenza, nuovo ospedale: “Occhiuto basta con i ritardi”

Avatar

Pubblicato

il

Il governatore della Calabria Mario Oliverio ha inviato una lettera al Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto per sollecitarlo a mantenere gli impegni assunti

 

COSENZA – Basta ritardi sull’iter relativo alla realizzazione del nuovo Ospedale di Cosenza, e in particolare sulla stipula di un protocollo d’intesa tra il Comune e la Regione, previa acquisizione di assenso del Consiglio Comunale di Cosenza, sulla quale, ad oggi, non risulta pervenuta alcuna determinazione in tal senso. Il presidente della regione Calabria, dunque, scrive al primo cittadino bruzio e gli chiede di mantenere gli impegni assunti

“Egregio Sindaco – scrive ad Occhiuto il Presidente della Regione Mario Oliverio -, le attuali gravi criticità strutturali, impiantistiche e funzionali del presidio ospedaliero “Annunziata” di Cosenza, sede delle discipline sanitarie più complesse dell’HUB regionale sede di DEA di II livello, hanno spinto l’attuale Amministrazione regionale ad attivare tutte le iniziative necessarie per lo sviluppo di un progetto organico complessivo di un Nuovo Ospedale capace di garantire l’assistenza ospedaliera secondo i più elevati standard qualitativi, strutturali e tecnologici”. “Proprio perché ritenuta opera di rilevanza strategica, il nuovo ospedale di Cosenza è stato inserito all’interno del Patto per lo Sviluppo della Regione Calabria, sottoscritto dallo scrivente con il Presidente del Consiglio dei Ministri in data 30/04/2016 e approvato con DGR n. 160 del 13/05/2016. Contestualmente, così come concordato con i competenti uffici del Ministero della Salute, al fine di dare concreta attuazione agli interventi di edilizia sanitaria previsti nel Patto, sono state avviate le attività necessarie alla stipula di specifico Accordo di Programma ai sensi dell’art. 5 bis del Decreto Legislativo 30/12/1992, n. 502”.

 

ospedale Annunziata Cosenza“In tale contesto, l’Amministrazione regionale ha prontamente avviato le procedure di legge per la redazione di uno studio di fattibilità, da porre a base di gara, per la realizzazione del nuovo HUB ospedaliero di Cosenza. Nel mese di ottobre 2017, presso la sede della Cittadella Regionale, si è tenuto un incontro nel corso del quale sono stati illustrati la metodologia e gli esiti dello Studio di Fattibilità del Nuovo Ospedale di Cosenza. In quella occasione il sottoscritto ha proposto, laddove lo studio confermasse l’esigenza di spostare l’Ospedale di Cosenza dall’attuale sito, di riqualificare l’area dell’Annunziata non solo dal punto di vista urbanistico, ma anche sanitario, potenziandola e trasformandola in una vera e propria “Cittadella della Salute”, in grado di ospitare i servizi sanitari territoriali, di bassa intensità di cura, oggi disseminati nella città di Cosenza, in larga parte in edifici in fitto all’Azienda Sanitaria Provinciale”. “Su Tua richiesta, inoltre, si è accettato di istituire un tavolo tecnico ai fini di un preliminare confronto sulle risultanze dello Studio di Fattibilità del Nuovo Ospedale, con particolare riferimento ai riflessi di carattere urbanistico e sociale delle alternative progettuali. Gli esiti dell’approfondimento sono stati trasmessi all’Amministrazione Comunale di Cosenza con nota prot. n. 350140 del 09/11/2017. A decorrere dal 20/11/2017, è stata indetta la Conferenza di Servizi istruttoria per l’esame dello Studio di Fattibilità del Nuovo Ospedale di Cosenza, ai fini dell’espressione del parere dei soggetti partecipanti, e quindi anche dell’Amministrazione comunale, sulla definitiva localizzazione della nuova struttura ospedaliera nel sito più idoneo dal punto di vista sanitario, funzionale, territoriale, urbanistico, socio-economico, ambientale, geologico-geotecnico, idrogeologico, paesaggistico, dei costi di costruzione, nonché dei tempi di progettazione ed esecuzione delle opere. A seguito della prima seduta della Conferenza di Servizi istruttoria tenutasi il 27/11/2017, con nota prot. n. 382690 del 07/12/2017 il RUP ha trasmesso, a Te e al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera, ai fini della condivisione dei contenuti, una bozza di protocollo di intesa con il quale si definiscono gli impegni degli Enti sottoscrittori, nonché le modalità per avviare il processo tecnico-amministrativo finalizzato alla realizzazione del Nuovo Ospedale di Cosenza”.

“Devo tuttavia rilevare che, nonostante la disponibilità da Te manifestata con la nota n. 8388 del 27/12/2017, a sottoscrivere un protocollo di intesa con la Regione Calabria, previa acquisizione di assenso del Consiglio Comunale di Cosenza, ad oggi non risulta pervenuta alcuna determinazione in tal senso. Ricordo che avevamo condiviso di concludere la Conferenza dei Servizi e le relative determinazioni entro il 31 dicembre ultimo scorso. Successivamente, sulla base d’esigenze da Te avanzate, era stato concordato di tenere il Consiglio Comunale il 15 gennaio, poi sempre da Te spostato al 7 febbraio e ancora al 17 febbraio. Ho atteso che si svolgessero le elezioni del 4 marzo, anche per evitare strumentalizzazioni e gettare dentro una evidente polemica elettoralistica una problematica qual è quella del nuovo Ospedale che ritengo debba essere affrontata con la massima oggettività e serietà. Ora però non sono più giustificabili ulteriori ritardi”. “La città di Cosenza, capoluogo della più grande provincia della Calabria, non può essere penalizzata nella realizzazione di una moderna struttura ospedaliera HUB. Ritardare ulteriormente le procedure sarebbe colpevole. Questa situazione di fatto ha impedito e continua ad impedire alla Regione di presentare al Ministero della Salute la documentazione necessaria per la stipula dell’Accordo di Programma, ex art. 5 bis del Decreto Legislativo 30/12/1992, n. 502. Per quanto sopra rappresentato – conclude il Presidente Oliverio -, ritengo necessario ed urgente determinarsi sullo schema di protocollo d’intesa già trasmesso nei mesi scorsi, al fine di superare l’attuale fase di stallo e consentire a questa Amministrazione la definizione degli atti necessari per la stipula dell’Accordo di Programma con il Ministero della Salute, indispensabile ai fini della prosecuzione dell’iter di realizzazione del Nuovo Ospedale di Cosenza e degli altri interventi di edilizia sanitaria”.

Cosenza

“Un cimitero musulmano a Cosenza”, l’Imam si appella al sindaco Caruso

Ahmed Berraou denuncia l’indifferenza di Palazzo dei Bruzi nei confronti della richiesta formulata da parte della comunità musulmana che risiede in città

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

 COSENZA – “Un obitorio adatto e un reparto cimiteriale che risponda alle esigenze rituali”. Nuovo appello della Comunità musulmana di Cosenza e della Calabria a Palazzo dei Bruzi, a distanza di dieci anni dalla prima richiesta formulata in tal senso. “Non è possibile – scrive Ahmed Berraou, referente calabrese dell’Ucoii – che la salma di un noto professore universitario italo-musulmano dall’Unical debba essere trasferita nel cimitero islamico di Roma, lontano dalla sua famiglia, soltanto perché non ne esiste uno simile cimitero né a Cosenza né in tutta la Calabria.

Ahmed Berraou, referente in Calabria dell’Ucoii “Unione delle comunità islamiche d’Italia”, presidente del Forum delle associazioni marocchine in Calabria, nonché presidente dell’associazione Daawa-Odv con sede a Cosenza, e coordinatore del comitato migranti di Cosenza “Comicos”, in quanto rappresentante delle comunità islamiche in Calabria, esprimo “il più profondo sgomento e stupore nei confronti dell’amministrazione locale e regionale per aver ignorato così a lungo i ripetuti appelli, cui hanno fatto seguito vacue promesse.

Continua a leggere

Cosenza

Cosenza, per gli aspiranti geometri si aprono le porte della Provincia: previsti stage formativi

La presidente Succurro: “Prezioso supporto per gli uffici Viabilità e Pianificazione. I tirocini avranno la durata di sei mesi e non potranno essere prorogati”.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Incontro importante e proficuo questa mattina alla Provincia di Cosenza, fra la Presidente Rosaria Succurro e il Presidente del Collegio Geometri e Geometri laureati di Cosenza Giuseppe Alberto Arlia, alla presenza anche del Componente Commissione Scuola Geometri Giovanni Sicilia che ha seguito le fasi preparatorie di un accordo di collaborazione fra le due istituzioni. Nel corso dell’incontro, che si è tenuto nella Sala Giunta dell’Ufficio di Presidenza della Provincia, è stata sottoscritta una convenzione per lo svolgimento di stage professionali per gli iscritti nel registro dei praticanti del Collegio dei geometri e geometri laureati di Cosenza. Per effetto di quanto sottoscritto, lo svolgimento dei suddetti tirocini è consentito presso gli uffici afferenti i settori della Viabilità e Pianificazione Territoriale della Provincia di Cosenza.

«Sono molto soddisfatta per la firma di questa convenzione – ha dichiarato la Presidente Succurro a margine dell’incontro – che ci consente di perseguire un duplice obiettivo: favoriamo un’esperienza professionale importante per i tirocinanti nel campo della Pubblica Amministrazione e dei Lavori Pubblici, sotto la guida del Dirigente dei Settori interessati e dei titolari delle Posizioni Organizzative in essi ricompresi; e la Provincia potrà usufruire di un prezioso supporto per le esigenze d’ufficio, tenuto comunque sempre conto del carattere esclusivamente formativo dell’attività dei tirocinanti». Ogni stage si svolgerà per un periodo di sei mesi consecutivi, non rinnovabile, decorrenti dalla data di inizio dello stage medesimo.

Continua a leggere

Cosenza

Cosenza, Orchestra Sinfonica Brutia: si accordano gli strumenti

Prima riunione operativa a Palazzo dei Bruzi. A settembre, l’orchestra sarà presentata alla città. Il sindaco Franz Caruso: “Ora Regione e Provincia ci sostengano”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Si è svolta a Palazzo dei Bruzi la prima riunione operativa dell’Orchestra Sinfonica Brutia a cui hanno preso parte il Presidente dell’Orchestra, il sindaco Franz Caruso, il direttore artistico, Francesco Perri, e la dott.ssa Annarita Callari, funzionario del settore cultura del Comune. La riunione odierna ha chiamato il direttivo dell’OSB a discutere e ad approvare una serie di provvedimenti propedeutici all’avvio dell’attività. Sono dieci le produzioni orchestrali previste per l’annualità 2022; si comincia con il  Tango Pasional,  pianoforte e direzione del Maestro Francesco Perri, che vedrà la prima uscita dell’OSB a fine agosto a Cerisano, Corigliano- Rossano, Morano ed alle Terme Luigiane di Guardia Piemontese. A settembre l’Orchestra sarà presentata alla città, “i cui gangli vitali – ha affermato il sindaco, Franz Caruso – saranno chiamati a sostenerla per tutelarla, rafforzarla ed irrobustirla per diventare una forza imprenditoriale che le faccia spiccare il volo. L’Orchestra Sinfonica Brutia, infatti, dovrà essere strutturata in maniera tale da poter rimanere splendida realtà anche dopo di noi”.
“La mia amministrazione – ha proseguito il Primo Cittadino di Cosenza – insieme al contributo determinante del prof. Francesco Perri ha indubbiamente raggiunto l’ambizioso obiettivo di averla fatta nascere, ma è fuor di dubbio che il progetto oggi debba essere fatto proprio anche dalle altre istituzioni, in primis Regione Calabria e Provincia di Cosenza, ma ci aspettiamo che riscontri medesimo interesse e susciti medesima passione anche nelle forze imprenditoriali e tra le associazioni della città. Tutti, infatti, saranno invitati a far parte dell’assemblea dei soci dell’Orchestra Sinfonica Brutia”.
“Si deve ben comprendere – ha concluso il sindaco, Franz Caruso –  che avere in città un’orchestra stabile rappresenta certamente una svolta culturale, che proietterà Cosenza a ricoprire nuovamente il  ruolo di guida  che la storia le ha assegnato, ma anche una straordinaria  opportunità di crescita e di sviluppo per l’indotto economico che potrà creare e per le nuove opportunità di lavoro che si apriranno per i musicisti e le varie figure professionali del mondo dello spettacolo dal vivo. Bisogna crederci. Noi lo abbiamo fatto, ora spetta alla città”.

Continua a leggere

Di tendenza